PDA

Visualizza la versione completa : Astronomia medievale


Ser_J
22-03-07, 10:17
Ciao a tutti.
Volevo sapere se qualcuno mi poteva dare del materiale sull'astronomia dei secoli XII e XIII.
Grazie e cieli sereni:ok:

ShemsuHor
22-03-07, 17:23
Qualcosina la trovi qui... anche se non è proprio quello che hai chiesto, ma può servire per iniziare. Considera alcuni riferimenti nell'articolo ovviamente.

http://www.brera.inaf.it/utenti/gaspani/eadb.htm

Il periodo che prendi in esame però è forse uno dei meno conosciuti in ambito archeoastronomico.
Ti consiglio comunque di rifarti anche all'arte e alla letteratura del periodo.
Alcuni passi di Dante, per esempio, possono aiutarti a capire la visione cosmologica dell'epoca.
Infine prova a cercare qualcosa sull'architettura delle chiese cristiane, soprattutto il gotico

Se vai avanti nel tempo trovi di più...
Per il XIV tieni conto la riscoperta dei testi ermetici che influiranno anche Keplero qualche secolo dopo.
Lo stesso Keplero, Tycho Brahe e Galileo nel XVI e XVII secolo

Vedi se trovi qualcosa qui...
http://cronologia.leonardo.it/storia/tabello/aa1401.htm

Ciao :hello:

urania
11-05-07, 09:34
Carissimo,

Durante il periodo Mediovale l'astronomia e l'astrologia furono prevalentemente coltivati dagli arabi e dai califfati spagnoli.

A seguito di mie personali ricerche sull'Alto Medioevo, mi risulta che l'astronomia fu intensamente coltivata dai monaci irlandesi i quali osservavano il cielo per inviduare fenomeni celesti che presagissero la fine del mondo.

Infatti, prima dell'anno mille, le popolazioni europee ritenevano che nell'anno mille si sarebbe verificata l'Apocalisse descritta da Giovanni.

Naturalmente ciò non avvenne, ma, in particolare, i monaci irlandesi che avevano scelto la clausura nei loro monasteri ed abbazie, si dedicarono all'osservazione del cielo proprio per il motivo di cui sopra.

Qualche accenno è ritportato nel testo di Astronomia scritto dal Venerabile Beda di cui non è in commercio una sua traduzione in lingua italiana.

L'astronomia venne anche praticata nei monasteri e nelle abbazie inglesi e, al riguardo, cito il celebre Alcuino da York che fu il precettore di Carlo Magno a cui insegnò, oltre al latino, anche l'astronomia.

Infatti, Eginardo,il biografo di Carlo Magno, nella sua "Vitae Caroli Magni", narra che l'imperatore conosceva le costellazioni e la loro posizione durante l'arco dell'anno, grazie agli insegnamenti che gli aveva fornito Alcuino.

Naturalmente, l'astronomia venne anche praticata altrove ed in particolar modo presso le varie abbazie e monasteri disseminati in tutto il territorio europeo.

Anche presso le varie corti era in uso la presenza dell'astronomo che il più delle volte dedicava il suo tempo a prognosticare oroscopi e presagi.

Di grande importanza è l'astronomia Toledana che raccolgieva l'esperienza araba ed ebraica, quest'ultima legata alla esegesi del Vecchio Testamento (V.T.) e della mistica ebraica strettamente connessa al Libro dei Numeri ed alla Cabalà.

Nell'area mediorientale vi erano diverse scuole di Astronomia retta da celebri matematici ed astronomi i cui scritti ci sono pervenuti atraverso delle traduzioni elaborate dai vari Scriptorium delle abbazie e monasteri presenti nell'area spagnola.

A riguardo, il grande abbate Oddone di Cluny fece tradurre alcuni importanti testi, tra cui l'Almanagesto, da valenti traduttori che prestatvano la loro sapiente opera presso alcune abbazie cluniacensi situati nella Spagna cristiana.

In grande approssimazione, posso dirti che la gran parte dei testi classici relativi all'astronomia, alla matematica, alla geometria ed alla medicina sarebbero andati perduti per sempre se non ci fosse stata la sapiente e paziente opera dei traduttori sia arabi che dell'europa cristiana.

Le tavole Toledane, le tavole Alfonsine, la Teoria Copernicana, le leggi di Keplero, le osservazioni di Galileo e la legge di Newton avrebbero certamente impiegato molto più tempo se questi grandi protagonisti della scienza del Cielo, non avessero letto e studiato l'Almanagesto e le altre opere che vennero tradotte e divulgate nel periodo Medioevale.

Concludo nel ricordarti che l'Astronomia ebbe un rilevante peso nell'architettura sacra.

Infatti, tante abbazie, monasteri e cattedrali europee edificate nel periodo medioevale sono state progettate in base a dei calcoli astronomici di meccanica celeste ed anche alla numerologia sacra.

L'argomento è estremamente avvincente e bello, in quanto pone in fieri l'armonioso rapporto tra l'essere umano ed il Creato.

Un caro saluto
Urania

abcd408
27-03-09, 03:55
http://www.airmaxtnfr.com tn requin (http://www.airmaxtnfr.com/)nike air max tn nike shox r4 (http://www.airmaxtnfr.com/hommes-chaussures-c-1.html)nike airNike air max tn requin (http://www.airmaxtnfr.com/hommes-chaussures-nike-c-1_21.html)http://www.airmaxntnfr.com (http://www.airmaxtnfr.com/)nike air max tn requin