PDA

Visualizza la versione completa : Soffitto della tomba di Senmut


Trystero
16-07-05, 16:04
Questo è il mio primo messaggio, perciò saluti i frequentatori di questo forum. Sono arrivato qui cercando informazioni sul soffitto della tomba di *Senmut (o Senenmut) in cui è raffigurato uno dei primi "planetari" conosciuti:
http://www.maat-ka-ra.de/english/personen/senenmut/sen_t353.htm
http://members.tripod.com/~ib205/senenmut.html

Secondo diversi studi sono riconoscibili gli astri/divinità principali della religione egizia, e alcuni hanno pure tentato, con l'aiuto di software planetari, di ricostruire la data esatta di quella particolare posizione dei pianeti. I risultati sono però stati discordanti:

http://www.institutoestudiosantiguoegipto.com/senenmut/en/senenmut.shtml
http://www.moses-egypt.net/STAR-MAP_s3-treatise.asp
http://www.tauta.net/ancientworld/2005_03_01_ancientworldarchive.htm

Quello che però mi interessa sapere è se siete a conoscenza di uno studio che oltre ai pianeti identifichi anche quella particolare figura che piace tanto a certi appassionati di "misteri", una stella circondata da tre ellissi:

http://www.flavinscorner.com/decanbelt.jpg

Nell'ultima puntata di Voyager si è affermato che si tratterebbe della rappresentazione delle tre stelle della Cintura di Orione, e la centrale Epsilon Orionis sarebbe stata circondata da quelle ellissi per segnalare la presenza di acqua in quel sistema planetario. Mi sembra una affermazione che non ha basi, nemmeno nel campo dell'egittologia.
Le tre stelle della cintura vengono infatti identificate in quelle più grandi che sovrastano la figura di Osiride. In un forum di egittologia ho trovato l'ipotesi (purtroppo senza la citazione di alcuna fonte) secondo cui la stella circondata dagli anelli/aloni sarebbe la nebulosa di Orione, visibile anche ad occhio nudo come una stella un po' più sfocata delle altre. L'ipotesi non mi sembra campata in aria. La nebulosa M42 infatti è al centro di un secondo gruppo di tre astri sotto la "cintura", chiamati la "spada di Orione" (o forse sarebbe meglio dire il fallo).

Quello che vorrei chiedere a voi è se esiste uno studio sull'interpretazione di questo soffitto, che contenga appunto l'identificazione (più realistica di quella fantascientifica proposta a Voyager) di quella stella con M42.

Ronin
16-07-05, 17:02
Devo esser sincero, a me quell'immagine fin dalla prima volta mi ha ricordato fortemente la Val Camonica ed un simbolo teomorfo con tre punti allineati di cui il centrale con intorno tre cerchi e verso il basso tre raggi...

Circa l'esistenza di uno studio che la identificherebbe con M42, io non ho mai letto niente del genere, ma non dubito che possa esistere..

damiano
16-07-05, 19:03
ciao...cosa strana...appena l'ho visto mi sono detto: "considerando lo 'stile' col quale disegnavano,forse,da un qualche punto di vista,si potrebbe anche pensare ad una cometa..."
..e ora ho tra le mani coelum di aprile (quello con einstein in copertina..),pag. 48...mi sono ricordato del paragone che è stato fatto tra la struttura "al-wadjit" e l'olympus mons su marte...mi ritrovo questo numero in mano,aperto a questa pagina,perchè in quella figura che hai postato,sembra esserci una stella nella stessa posizione...il che non risolve comunque il problema e non ci dà nessuna risposta....mah...magari rileggendo per intero quell'articolo di coelum (cosa che adesso non riuscirei a fare..stanchezza..) salta fuori qualche info su quella struttura, "al-wadjit"...mi spiace non poterti aiutare più di così...hai pensato di mandare una mail,ad esempio,a un prof di storia dell'astronomia?ciao :)

Trystero
16-07-05, 20:25
forse,da un qualche punto di vista,si potrebbe anche pensare ad una cometa...

Non è una ipotesi sbagliata. In passato le comete venivano raffigurate in modi molto strani. ecco ad esempio la cometa di Halley nell'arazzo di Bayeux:
http://curious.astro.cornell.edu/images/bayeux.jpeg
E qui una serie di comete raffigurate come spade infuocate:
http://www.nasa.gov/images/content/69342main3_comet_types.jpg

mi sono ricordato del paragone che è stato fatto tra la struttura "al-wadjit" e l'olympus mons su marte...

Ti riferisci a questo?
http://www.think-aboutit.com/images/oly.jpg

Mah... io diffido sempre delle "somiglianze". Volendo si possono trovare somiglianze con qualunque cosa, basta ruotare una mappa o sceglierne una più contrastata delle altre, prendere un riferimento invece di un altro, specchiare una immagine per ottenere un viso... Mi sembrano solo giochi enigmistici. Oltretutto guardando una foto e non quel disegno si vede bene che il monte Olimpo non è nella stessa posizione del luogo chiamato Al Wadjid:

http://img346.imageshack.us/img346/233/marsmapvolcanoes5wa.gif

che a sua volta non mi sembra così prominente da poter essere preso come punto di riferimento per trovare una somiglianza con il Mount Olympus marziano.
http://img346.imageshack.us/img346/3766/pyramidsatgizathumbnail9kx.jpg

damiano
16-07-05, 23:23
ciao,certo,le somiglianze sono semplicemente brutte bestie figlie del caso..."basta ruotare una mappa o prenderne una più contrastata",e infatti al-wadjit,a detta di quel numero di coelum (l'unico riferimento di cui dispongo) sarebbe dall'altra parte...ma nella foto che hai allegato c'è la scritta che parla del lato ovest.almeno per le coordinate coelum e la tua foto concordano.quindi una delle due fonti sbaglia.la struttura del disegno da te postato non rientra nel campo inquadrato dalla foto della rivista,e il nome al-wadjit (sulla rivista,intendo) viene attribuito alla struttura che nel "tuo" disegno ha una forma "a corno",in basso a destra (in basso a destra anche nella foto che hai postato,visto che sono orientate nello stesso modo.sulla rivista infatti quel particolare è più marcato.e quella struttura (il corno)rispecchia meglio la posizione del monte olimpo).ma è una pura coincidenza,è chiaro che non può avere attinenza col monte olimpo,questo soffitto della tomba di senmut...semplicemente la memoria visiva mi aveva riportato a quel servizio di coelum,tutto qui,niente di più..
ma se quelle 3 stelle del tuo primo post fossero la spada di orione,la quarta stella, quella in disparte,cosa sarebbe?saiph?oppure,se fossero la cintura,quella quale stella sarebbe?betelgeuse?disponi di una carta del cielo di quell'epoca?sempre richiamando in gioco quell'articolo di coelum,ci sono riproduzioni del cielo di "quel tempo",ma il campo considerato si riferisce alla sola cintura ed è quindi troppo ristretto per farsi un'idea dell'intera costellazione di orione,purtroppo...ma non credo si tratti di un problema irrisolvibile,questo...la cosa mi affascina ma purtroppo non so dirti più di questo...ciao

Eremita
20-08-05, 16:20
Credo semplicemente che non potremo mai saperlo con certezza, ma solo avanzare ipotesi. E' come se un antico egiziano venisse in possesso di una scheda forata dei nostri vecchi computer, non credo che ne afferrerebbe il senso....Certi simoboli probabilmente sono tradizione di qualcosa di molto antico di cui forse gli stessi autori del disegno avevano perso memoria, quindi è estremamente improbabile interpretarne esattamente il significato. Per quel che sembra, potrebbe anche rappresentare le orbite (ellissi) di tre pianeti intorno ad una stella, o un sistema planetario con tre pianeti orbitanti intorno alla stella o ancora fare riferimento al terzo pianeta di un sistema planetario, o potrebbe essere un segno in codice di cui non sappiamo nulla.

Kiya
04-05-06, 17:29
Questo è il mio primo messaggio, perciò saluti i frequentatori di questo forum. Sono arrivato qui cercando informazioni sul soffitto della tomba di Senmut (o Senenmut) in cui è raffigurato uno dei primi "planetari" conosciuti:
http://www.maat-ka-ra.de/english/personen/senenmut/sen_t353.htm
http://members.tripod.com/~ib205/senenmut.html

Secondo diversi studi sono riconoscibili gli astri/divinità principali della religione egizia, e alcuni hanno pure tentato, con l'aiuto di software planetari, di ricostruire la data esatta di quella particolare posizione dei pianeti. I risultati sono però stati discordanti:

http://www.institutoestudiosantiguoegipto.com/senenmut/en/senenmut.shtml
http://www.moses-egypt.net/STAR-MAP_s3-treatise.asp
http://www.tauta.net/ancientworld/2005_03_01_ancientworldarchive.htm

Quello che però mi interessa sapere è se siete a conoscenza di uno studio che oltre ai pianeti identifichi anche quella particolare figura che piace tanto a certi appassionati di "misteri", una stella circondata da tre ellissi:

http://www.flavinscorner.com/decanbelt.jpg

Nell'ultima puntata di Voyager si è affermato che si tratterebbe della rappresentazione delle tre stelle della Cintura di Orione, e la centrale Epsilon Orionis sarebbe stata circondata da quelle ellissi per segnalare la presenza di acqua in quel sistema planetario. Mi sembra una affermazione che non ha basi, nemmeno nel campo dell'egittologia.
Le tre stelle della cintura vengono infatti identificate in quelle più grandi che sovrastano la figura di Osiride. In un forum di egittologia ho trovato l'ipotesi (purtroppo senza la citazione di alcuna fonte) secondo cui la stella circondata dagli anelli/aloni sarebbe la nebulosa di Orione, visibile anche ad occhio nudo come una stella un po' più sfocata delle altre. L'ipotesi non mi sembra campata in aria. La nebulosa M42 infatti è al centro di un secondo gruppo di tre astri sotto la "cintura", chiamati la "spada di Orione" (o forse sarebbe meglio dire il fallo).

Quello che vorrei chiedere a voi è se esiste uno studio sull'interpretazione di questo soffitto, che contenga appunto l'identificazione (più realistica di quella fantascientifica proposta a Voyager) di quella stella con M42.


Buona sera a tutti gli utenti, mi chiamo Kiya.
Mi permetto di riaprire questa discussione perchè è un argomento che cattura il mio interesse.
Premetto che non sono un'accademica, nel senso che non sono laureata in materie attinenti, né ho preparazione sul campo. Le mie poche conoscenze sono frutto di una passione coltivata da anni, quindi portate pazienza se dovessi scrivere qualche castroneria. Sono qui per imparare e non ho la pretesa di insegnare nulla.

Mi sono avvicinata all'archeoastronomia partendo dall'Egittologia, ossia dal particolare interesse scaturito dopo aver "esaminato" su carta il soffitto della seconda tomba di Senenmut
L'elemento che maggiormente attrae la mia attenzione è proprio la rappresentazione nel riquadro citato qui sopra.
Come anticipato, non ho la necessaria preparazione in materia per azzardare delle ipotesi plausibili o comuque avallate da prove. Ma un'idea l'ho maturata in proposito e vorrei sottoporvela per sentire in merito il vostro parere.

Innanzitutto necessito di un chiarimento: è possibile che quelle rappresentate nel riquadro siano le tre stelle della Cintura di Orione?
Chiedo questo perchè mi pare sia astronomicamente appurato che le tre stelle della cintura di Orione puntino a Sirio, ossia che prolungando alle sue spalle la cintura di Orione, quindi tracciando un'ipotetica linea retta in quella direzione, si raggiunge Sirio. Quindi in base a ciò si comprende che Sirio si trova sulla traiettoria della Cintura di Orione.

Se così fosse e se realmente le stelle nel riquadro del dipinto fossero quelle della Cintura, non potrebbe essere che le tre ellissi rappresentate stiano proprio ad indicare questa corrispondenza nel cielo?
traducendo l'immagine in parole: le tre stelle della cintura di Orione indicano la strada per Sirio

pedro2005
29-10-06, 10:21
Credo semplicemente che non potremo mai saperlo con certezza, ma solo avanzare ipotesi. E' come se un antico egiziano venisse in possesso di una scheda forata dei nostri vecchi computer, non credo che ne afferrerebbe il senso....Certi simoboli probabilmente sono tradizione di qualcosa di molto antico di cui forse gli stessi autori del disegno avevano perso memoria, quindi è estremamente improbabile interpretarne esattamente il significato. Per quel che sembra, potrebbe anche rappresentare le orbite (ellissi) di tre pianeti intorno ad una stella, o un sistema planetario con tre pianeti orbitanti intorno alla stella o ancora fare riferimento al terzo pianeta di un sistema planetario, o potrebbe essere un segno in codice di cui non sappiamo nulla.

Concordo pienamente. Molti simboli si perdono nella storia, e non sappiamo esattamente come sono nati e cosa significano.
Facciamo delle ipotesi, chissà quante volte lo stesso simbolo nei millenni ha cambiato significato...
Ciao:hello:

Cobber
05-10-09, 12:50
Salve,

qualcuno mai ha cercato di ricostruire al computer quel"cielo"?

se si quale programma è stato usato e quali parametri sono stati immessi.

siamo intorno al 1450 a.c. mi sembra di capire.
c'è qualche studio universitario a riguardo?
saluti

Cobber

ana
17-02-10, 17:00
Anch'io ho letto tanto, ma non sono Egittologa.
Scusate il mio italiano, sono straniera.
Non credo che le piramidi siano atate costruite da alieni.
Ma a volte mi chiedo, se questi tre pianiti intorno a Orione siano tre pianiti amici, ( tre raze diverse, cinesi, bianchi, neri)... per qualche motivo, insieme, hanno dovuto lasciare i loro pianeti ed scapare verso un'altro simile (la terra).
Alla fine tutte le antiche culture studiavano il celo, sopra tutto Orione.
Cuasi tutti hanno costruito piramidi e strutture per noi, oggi, difficile di comprendere e pure di costruire,
Forse noi abbiamo perso una memoria lontana, pero abbiamo acquisito un altra che ci permete di navegare in internet.....

darkfire
17-02-10, 17:22
a me ricorda tremendamente le comete.

A proposito di comete.... guardate che spettacolo:

http://www.fredericweber.com/collection_frederic_weber/gaule/ambiani_uniface_i_th.jpg

é uno statere d'oro della tribu celtica degli ambiani ed é un perfetto calendario con il passaggio della cometa di halley ed una doppia occultazione lunare. Se guardate l'esergo e diversi particolari é piena di congiunzioni ed eventi astronomici... lo stesso pegaso (la figuara di cavallo é un pegaso stilizzato) é di tipo stellare, con i globi... :)

Mizarino
17-02-10, 17:59
é uno statere d'oro della tribu celtica degli ambiani ed é un perfetto calendario con il passaggio della cometa di halley ...
E perché proprio la cometa di Halley ? :mmh:

darkfire
17-02-10, 18:14
perché corrisponde come date con le emissioni e con gli eventi astronomici attorniati...
anzi... la cosa interessante é che ci sono diverse varianti di quelle monete, con la cometa in posizioni diverse... in base allo spostamento :)

All'epoca non avevano la televisione... il cielo era nero come la pece. Una cometa in cielo per un popolo tribale doveva essere qualcosa di veramente notevole.

Mizarino
17-02-10, 18:27
Sai perché lo dicevo ?
Ho l'impressione che la cometa di Halley sia sopravvalutata e un po' mitizzata.
Se dovessi dare una stima della probabilità che, nella vita di un uomo pescato a caso nella storia, la cometa più spettacolare osservata sia stata proprio la Halley, direi meno dell' 1% ...
Non è che le stime sulle date vengono un po' forzate per far quadrare i conti con la Halley ?

darkfire
17-02-10, 19:04
no. Purtroppo non ho sottomano nulla di quegli studi al momento... ma nel passaggio era prevista peraltro una coda straordinaria come intensità e comunque siamo in epoca storica con testimonianze scritte che documentano gli anni in cui circolavano queste monete :)

Mizarino
17-02-10, 19:45
no. Purtroppo non ho sottomano nulla di quegli studi al momento... ma nel passaggio era prevista peraltro una coda straordinaria come intensità e comunque siamo in epoca storica con testimonianze scritte che documentano gli anni in cui circolavano queste monete :)
Di che epoca sono ?

Maurizio Masetti
17-02-10, 21:54
perché corrisponde come date con le emissioni e con gli eventi astronomici attorniati...
anzi... la cosa interessante é che ci sono diverse varianti di quelle monete, con la cometa in posizioni diverse... in base allo spostamento :)

All'epoca non avevano la televisione... il cielo era nero come la pece. Una cometa in cielo per un popolo tribale doveva essere qualcosa di veramente notevole.

…potresti dire un intorno d’anni di quelle testimonianze scritte, anche con un’elasticità di +/- 25/30 anni?

[come già visto in Calendario egizio e moti celesti (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=14475) ( 1 (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=14475) 2 (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=14475&page=2) 3 (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=14475&page=3)) … in modo da poterci avvicinare a < … +/- (22 + 4 + ... ) 30 anni ca. ! (Wikipedia, p.e. Amenhotep I, anni di regno: 1517 a.C. (http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=1517_a.C.&action=edit&redlink=1) - 1497 a.C. (http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=1497_a.C.&action=edit&redlink=1) ± 30 anni ) > … con una incertezza minore… Anzi, con precisione astronomica !]

Oggi si potrebbe individuare se si tratta proprio della nostra cara, più importante e frequente, ( quasi .a memoria d’uomo) COMETA-PENDOLO Halley !

Se sì, oggi possiamo dare anche il Numero progressivo del suo passaggio, grazie alla DIMOSTRAZIONE (anche in due sole righe) fatta qui a Coelestis!...

__________________/

… < Un dì all'azzurro spazio guardai profondo, e ai prati colmi di viole, pioveva loro il sole, e folgorava d'oro il mondo: parea la terra un immane tesoro, e a lei serviva di scrigno il firmamento. >


V. con Google: Giuseppe Borgatti tenore centese - Cento (1871-1950)

Mio padre cantava (come discreto tenore) nel Teatro di Cento, ora “Giuseppe Borgatti” , assieme all’amico pittore (e discreto tenore) Prof. Amedeo Neri:

Gaggio edizioni -Marco Cecchelli- (http://www.gaggioedizioni.it/marcocecchelli.htm)
Il Rosario nell'arte centese ed emiliana dal XVI al XVIII secolo. ... al "Catalogo istorico" [dei pittori e scultori ferraresi] di Cesare Cittadella, ... 2001: Amedeo Neri (1899-1971): un centese di alto rilievo umano e civile. ...
www.gaggioedizioni.it/marcocecchelli.htm (http://www.gaggioedizioni.it/marcocecchelli.htm) - Copia cache (http://209.85.129.132/search?q=cache:VqEy0RUAihEJ:www.gaggioedizioni.it/marcocecchelli.htm+Prof.+Amedeo+Neri+(1899-1971)+pittore+paesaggista+tenore+centese&cd=1&hl=it&ct=clnk&gl=it) -

Ufficio Stampa - Comune di Cento (FE) - Ufficio Stampa ... (http://www.comune.cento.fe.it/ilcomune/ufficiostampa/-comunicati_stampa/pagina1635.html)
11 dic 2009 ... AMEDEO NERI (Cento, 1899 –1971). “Veduta campestre con tre figure sullo sfondo”, Anni '30 del 1900; olio su tavola, cm. ...
www.comune.cento.fe.it (http://www.comune.cento.fe.it) › ... › Comunicati Stampa (http://www.google.it/url?q=http://www.comune.cento.fe.it/ilcomune/ufficiostampa/-comunicati_stampa/&ei=Rll8S6zRI8f__Qagn4CVBg&sa=X&oi=breadcrumbs&resnum=2&ct=result&cd=1&ved=0CAsQ6QUoAQ&usg=AFQjCNH1oC_yIXX8ONtg3sZ8wOH_sQts2Q) - Copia cache (http://209.85.129.132/search?q=cache:uo4jtiugo7UJ:www.comune.cento.fe.it/ilcomune/ufficiostampa/-comunicati_stampa/pagina1635.html+Prof.+Amedeo+Neri+(1899-1971)+pittore+paesaggista+tenore+centese&cd=2&hl=it&ct=clnk&gl=it) -


Fin da bambino ho sentito alla radio (prime Allocchio Bacchini ) e per casa… intonare l’Improvviso … anche mio fratello … e alla fine anch’io, con momenti di pelle d’oca…

darkfire
18-02-10, 00:19
appena ho un po' di tempo vedo di cercare la pubblicazione ove se ne parlava.

Ma scusa la domanda.... ma devi scrivere in tecnicolor? :)

Maurizio Masetti
18-02-10, 03:28
appena ho un po' di tempo vedo di cercare la pubblicazione ove se ne parlava.

Ma scusa la domanda.... ma devi scrivere in tecnicolor? :)
Sì, perché fin da bambino mi piaceva dipingere paesaggi, nature morte…, coltivare erbe e fiori…, poi all’Università ho scelto Chimica, innamorato dei precipitati, dei minerali… :)

E poi vedo che anche foto, film, TV, giornali.. sono passati dal bianco e nero al colore! Persino negli uffici sono passati alle faccine colorate! Anche sui forum hanno incominciato…, almeno nei titoli e per mettere in risalto alcune parole o concetti…

E poi anche quando ascoltavo opere, canzoni… vedevo tutto a colori! Per esempio lo stesso “Improvviso” :

… Un dì all' < azzurro > spazio guardai profondo, e ai < prati > colmi di < viole > , pioveva loro il < sole > , e folgorava d' < oro > il mondo: parea la < terra > un immane < tesoro [smeraldi.. rubini.. zaffiri.. ] >, e a lei serviva di scrigno il < firmamento. [come si fa a scegliere stella da stella?] > ..

Anche la Luna a volte è < arancione.. rossa .. verde .. blu… > e poi l’arcobaleno.. gli occhi.. i capelli… Per me è un colore anche il < nero > ! E poi le antichità Romane.. mosaici.. le città Maya… appena potevano, usavano i colori! Anche lo spettacolo dello statere d' < oro > della tribù celtica degli zambiani…

Da notare che i vari link , Comunicati Stampa (http://www.google.it/url?q=http://www.comune.cento.fe.it/ilcomune/ufficiostampa/-comunicati_stampa/&ei=Rll8S6zRI8f__Qagn4CVBg&sa=X&oi=breadcrumbs&resnum=2&ct=result&cd=1&ved=0CAsQ6QUoAQ&usg=AFQjCNH1oC_yIXX8ONtg3sZ8wOH_sQts2Q) - Copia cache (http://209.85.129.132/search?q=cache:uo4jtiugo7UJ:www.comune.cento.fe.it/ilcomune/ufficiostampa/-comunicati_stampa/pagina1635.html+Prof.+Amedeo+Neri+(1899-1971)+pittore+paesaggista+tenore+centese&cd=2&hl=it&ct=clnk&gl=it) etc. li trovo già colorati in rete…

Anche Occhiodilince mi ha fatto la stessa domanda:

“perchè usi tutti questi colori e diversi caratteri? sarebbe forse più leggibile con i caratteri normali. ”
http://www.trekportal.it/coelestis/showpost.php?p=297847&postcount=8 (http://www.trekportal.it/coelestis/showpost.php?p=297847&postcount=8)

Scusami se l’ho fatta lunga, ma mi piace raccontare per filo e per segno…
Qualche volta però so anche essere conciso, come quando ho dimostrato in “2 righe” il periodo medio costante della cometa Halley…

grazie :hello:
.

darkfire
18-02-10, 06:50
;)

devilman23
14-12-10, 11:06
a me ricorda tremendamente le comete.

A proposito di comete.... guardate che spettacolo:

http://www.fredericweber.com/collection_frederic_weber/gaule/ambiani_uniface_i_th.jpg

é uno statere d'oro della tribu celtica degli ambiani ed é un perfetto calendario con il passaggio della cometa di halley ed una doppia occultazione lunare. Se guardate l'esergo e diversi particolari é piena di congiunzioni ed eventi astronomici... lo stesso pegaso (la figura di cavallo é un pegaso stilizzato) é di tipo stellare, con i globi... :)

Scusate se rièsumo questa discussione, ma secondo me la moneta potrebbe avere a che fare con il fenomeno cosiddetto della Luna coricata, evento che si verifica in prossimità degli equinozi: http://digilander.libero.it/occultazioni/luna-barchetta.html

Mizarino
14-12-10, 14:27
A proposito, Darkfire, hai poi trovato la pubblicazione con la datazione del pezzo ?

devilman23
14-12-10, 14:56
In altri siti la moneta l'ho vista datata dal 90 al 50 a.C., ma se è giusto o no, non lo so.

Ti giro inoltre un link del Prof. Adriano Gaspani sulla cometa di Halley: http://www.brera.mi.astro.it/~gaspani/halley.htm (http://www.brera.mi.astro.it/%7Egaspani/halley.htm)

devilman23
20-12-10, 14:36
E se fosse questo ciò che è stato riprodotto sulla moneta: Festa celtica di Imbolc con levata eliaca di Capella (la stella a circa 30° di azimut), nonché Equinozio di Privavera dell'anno 107 a.C.?

http://www.webalice.it/ricksimonetti/Imbolc.png

Scusate tanto, ma dove dovrebbe essere rappresentata la Halley sulla moneta? :mmh:Se è rappresentata, l'anno non è quello giusto, ma l' 87 a.C. e allora non torna un cavolo!