PDA

Visualizza la versione completa : come facevano gli antichi


Zefram_Cochrane
20-06-09, 12:24
Ciao a tutti.

Sto preparando una realzione finale per un corso di storia della fisica e vorrei ricostruire un modello fedele del telescopio di Galileo.Avete idea di come si faceva ai suoi tempi per molare le lenti??
Qualcuno di voi ha mai provato(con metodi moderni)a molare una lente da se??

ercap
23-06-09, 23:54
..... La lavorazione delle lenti a quel tempo si eseguiva su vetro comune che veniva molato a mano su forme di metallo fisso. Erano concave o convesse e la curvatura era eseguita secondo le diverse graduazioni della lente. La molatura si faceva con abrasivi fini. Era un processo lungo ed alla fine si ottenevano delle lenti che non erano uniformemente graduate su tutta la superficie: erano più precise al centro che alla periferia ove la visione era quindi distorta.

Questo e altro nel sito http://www.capuaonline.it/blocknotes/luglio2001/index1.html

ercap (gruppo astrofili di padova)

Zefram_Cochrane
09-07-09, 17:28
Per testare la sfericità delle lenti si usava qualche metodo??
Galileo molò le lenti senza fare alcun test per migliorarne la lavorazione??
In poche parole loro molavano e poi veniva quel che veniva??

ercap
09-07-09, 22:49
Per testare la sfericità delle lenti si usava qualche metodo??
Galileo molò le lenti senza fare alcun test per migliorarne la lavorazione??
In poche parole loro molavano e poi veniva quel che veniva??

non conosco le modalità di lavorazione nel passato. Col senno di poi e pensando che gli antichi fossero intelligenti almeno quanto noi, faccio queste ipotesi.
- le marche più blasonate hanno prodotti di alto prezzo perchè testano lenti e specchi e scartano quelli scadenti (dunque anche oggi escono prodotti scadenti).
- la qualità del vetro di partenza si può apprezzare in modo semplice: deve essere omogeneo, incolore, trasparente. Niente inclusioni opache o bolle d'aria. Credo che Galileo ottenesse da Murano vetri grezzi di alta qualità.
- uno dei test più efficaci è quello di Foucault. Consiste nel cercare le aree mal riuscite della lente o dello specchio in base alla capacità di mettere a fuoco. A questo punto non conviene lavorare solo la zona sbagliata ma conviene dare un'altra passata il più possibile omogenea fino ad ottenere la curvatura perfetta.
ercap (gruppo astrofili di padova)