PDA

Visualizza la versione completa : precessione aberrazione nutazione


cosmokronos
03-11-10, 18:21
buongiorno a tutti
riporto qui una discussione di un altro forum (perchè mi dicono che siete esperti)
-----

qualcuno di voi sà dirmi se da questo disegno (il secondo) è possibile calcolare quanti anni sono passati dal punto di destra a quello di sinistra ?

conoscete qualche software che faccia questa cosa?



http://img716.imageshack.us/img716/9279/ponne.jpg

--------------------------------------------------------------------
Bisognerebbe sapere quanto vale Delta Lambda 0.

Il disegno in alto mostra due posizioni successive del punto vernale (old-new) e mostra come ci sia una variazione in declinazione e ascensione retta tra i due punti.

La tua domanda non mi pare che abbia senso, perchè il disegno è soltanto esplicativo, non riporta valori numerici, per cui non è possibile sapere quanti anni sono passati.

Non ti posso dire di più, queste cose mi fanno venire il malditesta.

Guardando meglio il secondo disegno riporta dei valori numerici, ma 10,59 cosa sono, arcosecondi?

10,59 è la variazione in longitudine eclittica, 10,37 è la variazione in ascensione retta e 2,12 in declinazione.

La precessione degli equinozi comporta una variazione maggiore in ascensione retta rispetto alla variazione in declinazione delle stelle.

Se 10,59 sono arcosecondi, considerando che ... il ciclo della precessione è di 25.800 anni...

360 * 60 * 60 = 1296000"

25.800 anni : 1296000" = xa : 10,59"

xa= (25800 * 10,59) / 1296000 = 0,21 anni = un paio di mesi?
----------------------------------------------------------------------------------------
cosmokronos

il primo disegno l'ho trovato su un libro in googlebook, così ho visto una similitudine con un disegno (il secondo) che su carta misura in cm 10.37 - 2.12 - 10.59, ora da quello che dici sembrano possibili solo 3 misure (mi pare di capire) arcosecondi/arcominuti/gradi, quindi se fossero gradi uscirebbe 25800 x 10.59 : 360 = 758 anni, minuti 25800 x 10.59 : 21600 = 12,64 anni. giusto ?

quindi la misura che interessa è solo 10.59 per fare i calcoli ?
domandone: cè una misura standard di spostamento del punto vernale ( che sò, in un anno) oppure la misura è variabile ?
----------------------------------------------------------

Sulla precessione si inserisce la nutazione, che porta a delle piccole oscillazioni dell'asse terrestre. Se non si tiene conto della nutazione, la posizione del punto vernale può essere sballata al massimo di 8 arcosecondi.

Ma a parte queste oscillazioni periodiche dovute alla nutazione, non lo so se la precessione è costante nel tempo. Fai delle ricerche, perchè interesserebbe pure a me saperlo.

Quello che so è che per calcolarla ho dovuto inserire delle formule nel mio programma abbastanza complicate, e che non fanno nemmeno bene questo calcolo, perchè allontanandosi di un paio di millenni dall'epoca attuale danno dei risultati inaffidabili.

Giudicando dalla complessità di queste formule direi che la precessione non è costante, ma forse mi sbaglio.

Fa cosi', iscriviti ad un forum che si chiama coelestis e domandalo ad un utente che si chiama Mizarino, lui sa tutto.
------------------------------------------------------

Mizarino
03-11-10, 20:12
Fa cosi', iscriviti ad un forum che si chiama coelestis e domandalo ad un utente che si chiama Mizarino, lui sa tutto.
------------------------------------------------------
:D:D Bella questa!...

Intanto la seconda figura, se pur riporta dei dati numerici, non è chiara. Che cos'è quell'angolo di inclinazione di 11.53° ? Chiaramente non può essere l'inclinazione dell'eclittica sull'equatore (obliquità), che è di 23.5° circa. Allora cos'è, l'inclinazione su uno specifico circolo parallelo all'equatore ? :mmh:

Per quanto riguarda la velocità di precessione e i calcoli connessi, molto dipende dalla precisione che ti interessa. Per esempio questa è una formula semplificata che dà l'angolo di "precessione generale", ovvero l'angolo di cui si sposta l'equinozio (medio) sull'eclittica in funzione del numero di secoli (T) dal 2000.0, espresso in secondi d'arco:
P = 5028.792*T + 1.1054*T^2 "
Quindi in un intorno di un paio di millenni attorno al presente la velocità di precessione varia di un paio di secondi al secolo per secolo.
Se però si vogliono fare calcoli approssimati a qualche secondo d'arco, questo non basta, ma occorre tener conto (nutazioni a parte) che l'eclittica non resta ferma (il piano dell'orbita terrestre non rimane lo stesso nel tempo) e l'obliquità varia anche lei nel tempo.
:hello:

cosmokronos
03-11-10, 23:58
grazie per la risposta mizarino

allora l'angolo di inclinazione rimane fisso a 23.5°, io trovo 11.53° e non sò perchè, hai qualche idea se fosse possibile avere 11.53° e perche ?

volendo nel disegno 2 potrei aggiungere un punto fisso (che stà molto più in basso dei 2 punti vernali in questione) che dividerebbe in 2 il disegno 2, avendo così a destra un angolo di 23.5/24° e a sinistra un angolo di 36°, non sò se centri qualcosa con il discorso però, se non si è capito cosa intendo domani posto il disegno.

siccome non sono esperto puoi fare un esempio pratico di quanto ci siamo spostati ? per semplicità facciamo finta che siamo nel 2000 e vogliamo sapere in 440 anni (dal 1560 al 2000) di quanto si è spostato il punto vernale sull'eclittica. se conosci qualche software che mi visualizzi lo spostamento tra 2 date scelte da mè (tipo il disegno 1) mi sarebbe molto più facile capire quello che mi interessa.

la variazione dell'eclittica che dati può dare ? che sò se nel 2000 è 23.5° nel 1500 rimane 23.5° o passa a 22 per esempio.... ?

cosmokronos
04-11-10, 00:13
l'immagine

http://img2.imageshack.us/img2/6008/pon2xz.jpg

Mizarino
04-11-10, 14:29
siccome non sono esperto puoi fare un esempio pratico di quanto ci siamo spostati ? per semplicità facciamo finta che siamo nel 2000 e vogliamo sapere in 440 anni (dal 1560 al 2000) di quanto si è spostato il punto vernale sull'eclittica.
Beh, la formula che ho scritto nel post precedente dice già tutto ...
Basta usare una stupidissima calcolatrice e fare :
5028,79 moltiplicato per 4,4 più 1,105 moltiplicato per 4,4 moltiplicato per 4,4 = 22148" = 6,152°

E' importante la domanda sull'errore. Grosso modo usando quella formula, senza tener conto delle oscillazioni del piano dell'eclittica e della variazione di obliquità, si fa in 1000 anni un errore di 3-4 minuti d'arco in longitudine eclittica e 1-2 minuti d'arco in latitudine eclittica.

Come software penso che qualsiasi planetario vada bene. Basta prendere una stella che sia pressappoco sull'eclittica (es. Regulus), andare all'anno 1560 e farsene dare le coordinate eclittiche, con riferimento una volta all'equinozio della data e una volta all'equinozio del 2000 (anzi del 2010).
:hello:

cosmokronos
05-11-10, 00:00
per semplicità ho fatto dal 1600 al 2000


http://img225.imageshack.us/img225/9796/28678323.jpg


http://img225.imageshack.us/img225/9796/28678323.jpg

poi ho sovrapposto le immagini collimandole ai confini delle costellazioni

http://img543.imageshack.us/img543/3976/16002000.jpg

http://img543.imageshack.us/img543/3976/16002000.jpg

ho fatto
5028.79 x 4 = 20115,16
1,105 x 4 = 4,42

20115,16 + 4,42 = 20119,58 : 3600 = 5,58°

è giusto il calcolo ?

10h8m29s / 9h46m58s = differenza 21m31s , questo si traduce in 5.58° ?

Mizarino
05-11-10, 06:32
10h8m29s / 9h46m58s = differenza 21m31s , questo si traduce in 5.58° ?
Non esattamente perché i 5.58° sono in longitudine (misurati quindi lungo l'eclittica), e i 21m31s (pari a 5.38°) sono in ascensione retta, quindi misurati lungo l'equatore.