PDA

Visualizza la versione completa : Bande di Frequnza


john79
13-12-04, 18:14
Salve,

in seguito c' un mini articolo presente su www.radioastrolab.it
che fa luce su molti dubbi per quanto rigurda le aree di interesse per la ricerca radioastronomica amatoriale.
chiunque mi voglia conttatare per scambio di opinioni o altro mi scriva a g.darienzo@netforceteam.it
;)

Banda ELF-VLF: non sono ricevibili le radiazioni esterne in quanto schermate dalla ionosfera, ma si possono programmare studi molto interessanti per rivelare l'attivita' meteorica (fenomeni di ionizzazione dell'atmosfera terrestre indotta da eventi astronomici).
Interessanti correlazioni con le ricerche su "Radio Natura".
Strumenti molto economici, semplici da costruire e da installare.


Banda HF: si effettuano ricezioni non troppo lontane dal limite inferiore dello spettro radio. Studio delle tempeste radio del Sole e di Giove, studio della radiazione galattica.
In questa banda di frequenze sono particolarmente intense le radiosorgenti non termiche.
Ricevitori non troppo complicati da costruire, sistemi d'antenna molto ingombranti e caratterizzati da modesta direttivita'.


Banda VHF: sara' relativamente semplice la ricezione del centro galattico, di Cassiopeia A e di Cygnus A.
Installando un buon sistema d'antenna accoppiato con un ricevitore abbastanza sensibile si potranno rivelare le pulsar piu' potenti che, a causa del loro meccanismo di emissione, presentano un massimo di emissione proprio in banda VHF. Questa e' una ricerca difficile.
Ricevitori relativamente complessi e sistemi d'antenna accessibili.
Possibilita' di interessanti interventi di modifica su apparati provenienti da mercato radioamatoriale e/o surpuls, su kit di ricevitori proposti da riviste di elettronica hobbistica e da case produttrici di kit elettronici.
Possibilita' di utilizzo di tuner TV commerciali.


Banda UHF: in tale banda, molto utilizzata dalla ricerca ufficiale (soprattutto negli anni 60 e 70), le radiosorgenti accessibili ai dilettanti non sono particolarmente intense.
Ricevitori relativamente complessi e sistemi d'antenna accessibili.
E' possibile utilizzare materiale TV (tuner ed antenne a basso costo).


Banda SHF: in questa banda di frequenze e' molto importante la componente termica della radiazione cosmica e, utilizzando strumenti non troppo complicati, e' relativamente semplice la ricezione del Sole, della Luna e di altre radiosorgenti.
La diffusione di mercato della ricezione SAT-TV, GPS e della telefonia cellulare ha reso disponibili, a prezzi molto vantaggiosi, componenti elettronici e moduli adatti alla costruzione di efficienti radiometri a microonde.
Una grande varieta' di antenne SHF e' reperibile sul mercato.
Si possono sviluppare interessanti attivita' dilettantistiche di "esplorazione" radioastronomica spettrale del cielo, comprese ricerche SETI amatoriali.