PDA

Visualizza la versione completa : la costellazione dello scorpione


ShemsuHor
26-10-06, 16:00
Ciao
sto cercando prove che in alcune civiltà antiche la moderna costellazione dello scorpione, fosse identificata come un serpente...

qualcuno ne sa qualcosa???
:hello:

Planezio
27-10-06, 15:08
Ciao
sto cercando prove che in alcune civiltà antiche la moderna costellazione dello scorpione, fosse identificata come un serpente...

qualcuno ne sa qualcosa???
:hello:
Moderna?
Pare che le costellazioni classiche ( e lo scorpione ne fa parte certamente) abbiano origine in Mesopotamia oltre 6000 anni fa... Cosa intendi per "moderna"?

ShemsuHor
27-10-06, 15:13
Per moderna intendo che OGGI si chiama Scorpione, ma prima sarebbe potuta essere il serpente...

Per esempio, l'Ofiuco, che sta sopra lo Scorpione è rappresentato come un uomo che stringe o schiaccia un serpente. Il serpente non potebbe essere lo Scorpione sotto l'Ofiuco???

Qualcuno ne sa qualcosa?

:hello:

Rillo
27-10-06, 15:41
Per moderna intendo che OGGI si chiama Scorpione, ma prima sarebbe potuta essere il serpente...

Per esempio, l'Ofiuco, che sta sopra lo Scorpione è rappresentato come un uomo che stringe o schiaccia un serpente. Il serpente non potebbe essere lo Scorpione sotto l'Ofiuco???

Qualcuno ne sa qualcosa?

:hello:

No ti sbagli: secondo un mito che narra Ovidio,viene rispecchiata la configurazione astronomica di alcune costellazioni.Sopra lo Scorpione vi è quella dell'Ofiuco che,oltre a reggere il serpente con le mani,con un piede sembra schiacciare l'animale...segue che lo Scorpione non può essere tenuto in mano dall'Ofiuco e contemporaneamente essere calpestato.

ShemsuHor
27-10-06, 15:46
mi diresti gentilmente qual è questo mito???
grazie...

:hello:

devilman23
27-10-06, 16:55
Ci sono molte interpretazioni su chi sia "colui che porta il serpente".
Alcuni dicono sia Asclepio, altri come Karoly Kereny nel suo libro "Gli Dei e gli Eroi della Grecia" se non ricordo male, che sia Eracle che, compiendo le sue 12 fatiche, in un paio di occasioni si trovò a dover affrontare l'Idra di Lernia (essere serpentiforme con parecchie teste, di cui una soltanto immortale, che ricrescevano ogni volta che venivano recise dall'eroe "forzuto") e Ladone (serpente gigantesco che il figlio di Zeus dovette uccidere quando fu inviato da Hera a rubare una mela d'oro dal Giardino delle Esperidi, di cui era appunto il "custode").

Io, personalmente, propendo per l'ipotesi che l'Ofiuco rappresenti Eracle che lotta con Ladone.

Planezio
27-10-06, 17:10
poi mi pare di aver letto da qualche parte che fu lo scorpione ad uccidere orione con una puntura, e che per evitare controversie in cielo gli Dei avessero messo lo Scorpione proprio dalla parte opposta di Orione. Però non so citare la fonte. L'ho solo letto da qualche parte...

devilman23
27-10-06, 17:28
Confermo ciò che dice Pietro.

ShemsuHor
27-10-06, 22:54
Conosco la teoria che le fatiche di Ercole sarebbero il percorso del sole attraverso lo zodiaco...
Alcune fatiche sono semplice da individuare:
il toro di creta - toro
leone di nemea - leone...
altre più difficili...

cmq, secondo questa teoria l'Idra è associata alla costellazione dello scorpione, mentre i pomi delle Esperidi alle Pleadi, che erano chiamate "grappolo" in mesopotamia...

Che ne dite?

:hello:

Rillo
28-10-06, 11:56
Ho capito dovrò mettere un pò di ordine con qualche concetto chiaro e preciso...ci proverò senza scrivere troppo:

Un girono il gigantesco Orione s'imbattè in Artemide che lo convinse a cacciare in sua compagnia.Apollo ricordando che il bel cacciatore aveva sedotto Eos,ovvero l'Aurora,che da allora arrossisce ogni mattina a causa della profanazione subita,si recò dalla Madre Terra narrandole come quell'uomo si vantasse di essere capace di sterminare qualunque essere vivente che le alberghasse in seno.La dea,sdegnata per tanta tracotanza,scatenò contro di lui un velenoso scorpione.Orione si difese scagliandogli delle frecce,poi contrastandolo con la spada;ma quando si accorse che l'animale era invulnerabile e che l'unica possibilità di salvezza consisteva nella fuga,si tuffò nel mare nuotando verso Delo dove sperava che Eos,l'anticva amante lo avrebbe protetto.
Apollo suggerì allora ad Artemide:"Vedi quell'oggetto nero sul mare nei pressi di Ortigia?Quello è il capo di un essere malvagio,Cadaone,che poco fa ha sedotto Opide,una delle tue sacerdotesse iperboree.Ti sfido a trafiggerlo con una freccia."In realtà Candaone era il soprannome di Orione in Beozia,ma Artemide non lo sapeva.La dea scoccò la freccai colpendo il bersaglio,poi raggiunse a nuoto la vittima accorgendosi con raccrapriccio di avere trafitto il capo del Cacciatore.Piangendo,si rivolse ad Alscepio,il figlio di Apollo,chidendogli di restituire la vita al giovane.Il Guaritore lo avrebbe fatto volentieri se prima di mettersi all'opera non fosse stato colpito da un folgore di Zeus.Allora Artemide pose fra le stelle l'immagine di Orine esternamente inseguito dallo Scorpione.E in effetti le due costellazioni sono sistemate l'una di fronte all'altra,sicchè quando Orione tramonta, il suo aggressore,lo Scorpione,sorge.

Questa è una delle leggende...ve ne sono altre,come "Lo scorpione e Fetonte",vi è anche un simbolismo astrologico dello scorpione...ma quest è un'altra storia.

ShemsuHor
28-10-06, 12:36
Ho letto da qualche parte che lo Scorpione di Orione viene chiamato "Serpente del Paradiso"
In Cina la costellazione è il Dragone Azzurro e nello Zodiaco Azteco è raffigurata proprio come un serpente

vi risulta???

Rillo
28-10-06, 13:42
Ho letto da qualche parte che lo Scorpione di Orione viene chiamato "Serpente del Paradiso"
In Cina la costellazione è il Dragone Azzurro e nello Zodiaco Azteco è raffigurata proprio come un serpente

vi risulta???

A me non risulta...indagherò più approfonditamente.:hello:

Rillo
29-10-06, 09:51
Adesso mi risulta quanto detto prima...è vero.:hello:

pedro2005
29-10-06, 10:26
Vi siete mai chiesti come sono nate le costellazioni?
Perchè il toro proprio lì, il sagittario proprio là ecc...
E perchè proprio quei nomi?
Chissà gli antichi come hanno fatto...
Ciao:hello:

Rillo
29-10-06, 11:28
Vi siete mai chiesti come sono nate le costellazioni?
Perchè il toro proprio lì, il sagittario proprio là ecc...
E perchè proprio quei nomi?
Chissà gli antichi come hanno fatto...
Ciao:hello:

La prima descrizione sistematica delle costellazioni risale ad Eudosso di Cnido,vissuto nel quarto secolo a.C,in uno stao fenicio, e costruì nella sua città il primo osservatorio astronomico di cui si ha notizia.Inizialmetne descrisse solo 45 costellazioni,in seguito ne aggiunse due nuove: l'Acqua (ovvero l'odierno Acquario) e le Pleiadi (inglobate poi nel Toro).Diede anche il nome a sei stelle: Arturo,Capella,Sirio,Procione (che formava una costellazione a sè),Spiga (che chiamò Stachus) e Vendemmiatrice che era situata nella Vergine,e sebbene non sia molto luminosa,veniva utilizzata nel calendario agricolo dei Greci: niziavano la vendemmia quando sorgeva per la prima volta all'alba...

pedro2005
29-10-06, 11:39
Ma non erano già descritte dai mesopotamici?
Erano in voga già prima o no?
Grazie:hello:

Rillo
29-10-06, 12:02
Ma non erano già descritte dai mesopotamici?
Erano in voga già prima o no?
Grazie:hello:

Si infatti,prima mi riferivo alla prima raccolta sistematica.
Come hai detto lastrologia,così come noi la conosciamo,è nata in Mesopotami non prima dell'ottavo secolo a.C.Quella più antica è considerata solamente una divinazione astronomica,che non c'entra più di tanto con l'astrologia moderna.Secondo un'opera chiamata "Enuma Anu-Enlil,dov'erano raccolte le osservazioni della Luna,Sole e altrti pianeti, si osservava la tonalità della luce del nostro satellite,se era rossiccia o candida,e in base a queste osservazioni si traevano degli auspici.Si studaivano per giunta le eclissi e gli aloni del Sole,senza escludere i moto degli altri pianeti.
Oltre ai pianeti,vi erano anche le figure disegnate in cielo dagli astri,che venivano utilizzate allo stesso modo per indagare il futuro.Tuttavia le più antiche figure astrali risalgono al terzo millennio,tra le quali sono presenti alcune dello zodiaco: certi nomi corrispondon inoltre a quelli tolemaici ( Toro,detto Mascella del Toro,Gemelli ,Cancro,Leone ,Bilancia ,Scorpione),mentre altri nomi si differenziano...ad esempio c'era il Solco, divenuto poi la Vergine,il Pesce-Capra..il fututo Capricorno; il Mercenario o Uomo Salariato...e si pensa all'Ariete.C'erano anche le Code,forse i Pesci.

Sono giunti sino a noi dei pronostici ambigui e facilmente manipolabili a seconda delle interpretazioni...a testimoniare come l'astronomia babilonese fosse un sapere iniziatico destinato alla sola classe sacerdotale.Ne ho qui una: "Se al primo di Nisan il Sole al primo sorgere è rosso come una fiaccola,nuvole bianche ne salgono e soffia il vento dell'est,il 28 o il 29 del mese si avrà un oscurametno; nello stesso mese il re morirà e suo figlio salirà al trono".

pedro2005
29-10-06, 12:23
Grazie sei molto informato.
Ciao:hello:

Rillo
29-10-06, 12:32
Grazie sei molto informato.
Ciao:hello:

Figurati,ho fonti cartacee molto precise e complete; aggiungo un'ultima cosa: soltantoantorno all'ottavo-sesto secolo a.C,secondo diverse ipotesi,fu introdotto lo zodiaco che venne poi adottato dai Greci...:hello:

pedro2005
29-10-06, 12:39
I mesopotamici non adoravano il disco solare?
Tu ne sai niente?
Ciao:hello:

Rillo
29-10-06, 13:02
Il Sole era chiamato in Mesopotamia Samas,il dio della città di Sipar,garante della giustizia del mondo.Il suo nome fu poi tradotto nella lingua greca in Elios,considerato non un dio olimpicoma una titanide.Era stata infatti Teia o a generare il titano Iperione Elio,insieme con Selene ed Eos,l'Aurora (apparsa prima con la mitologia di Orione e lo Scorpione).
Tuttavia il Sole ha alimentato numerose toelogie sopratutto nel mondo cristiano e romano...le notizie provenienti dal popolo mesopotamico sono in numero molto inferiore.
Interessante è un canto omerico:

...Elio infaticabile,simile agli immortali
che brilla per uomini e dei immortali
muovendo coi suoi cavalli:
un terribile sguardo lancia dagli occhi
sotto l'aureo elmo,e raggi scintillanti
da lui luminosamente s'effondono;dal capo,giù per le tempie.
i paraguance scintillanti ne cingono il nobile volto
che lontano rifulge;una bella veste indossa
finelavorata,splendendo al soffio dei venti;
e splendono sotto il giogo gli stalloni
quando maestoso li guida lungo il cielo fino all'oceano.

ShemsuHor
29-10-06, 20:55
Adesso mi risulta quanto detto prima...è vero.:hello:

scusa Rillo, ti riferisci al fatto che ti risulta che lo Scorpione sia detto Serpente del Cielo??? non ho capito... :(

Cmq, vi sembra plausibile che l'Ofiuco sia stato introdotto successivamente e interpretato come colui che regge (o schiaccia) il serpente, per la vicinanza con lo scorpione-serpente???
E' un'idea che ho, considerando anche il fatto che in Egitto all'inizio lo scorpione era un serpente e solo in epoca successiva divenne uno scorpione.

Un po' di confusione nell'esprimermi, scusate, spero si sia capito :D

grazie
:hello:

Rillo
29-10-06, 21:00
scusa Rillo, ti riferisci al fatto che ti risulta che lo Scorpione sia detto Serpente del Cielo??? non ho capito... :(

Mi riferivo all'interpretazione dello Scorpione da parte dei cinesi...che lo chiamavano dragone o serpente...adesso tiro fuori qualche notizia sull'Ofiuco...

ShemsuHor
29-10-06, 21:03
Si, si, va bene... :ok:
Mi interessa tanto

Cmq, mi diresti quali sono le tue fonti?
E' un argomento che mi prende, vorrei documentarmi meglio.

Grazie
:hello:

Rillo
29-10-06, 21:26
Si, si, va bene... :ok:
Mi interessa tanto

Cmq, mi diresti quali sono le tue fonti?
E' un argomento che mi prende, vorrei documentarmi meglio.

Grazie
:hello:

Le mie fonti...sono segrete; ma no scherzo.Il mio punto di riferimento è un libro, "Planetario"...400 pagine su simboli,miti e misteri di astri,pianeti e costellazioni; è una miniera d'oro,si trova qualsiasi cosa ed è veramente fatto bene.

ShemsuHor
29-10-06, 21:55
Grazie mille... :ok:
Spero solo non costi troppo...
Appena posso me lo compro.

:hello:

devilman23
30-10-06, 09:56
Le mie fonti...sono segrete; ma no scherzo.Il mio punto di riferimento è un libro, "Planetario"...400 pagine su simboli,miti e misteri di astri,pianeti e costellazioni; è una miniera d'oro,si trova qualsiasi cosa ed è veramente fatto bene.

L'ho letto e l'avevo consigliato pure io un po' di tempo fa se qualcuno voleva approfondire la mitologia che c'era dietro alle attuali costellazioni. L'unica nota negativa, come dissi anche allora, è che abusa un po' di concetti astrologici... :(

ShemsuHor
30-10-06, 10:29
Vabbè, a me i concetti astrologici interessano come testimonianza della mentalità degli antichi...
Non sono per niente da trascurare se si intende capire il modo di pensare di chi raccontava le leggende e di chi le ascoltava.

devilman23
30-10-06, 11:32
Aspetta Rillo, non fa' confusione, che con i miti ci si imputtana che è 'na meraviglia! ;)

Se non ricordo male Elios, come le sorelle Selene ed Eos, è figlio del titano Iperione e di sua sorella la titanessa Teia, oppure di Iperione e Tia (o Tea), figlia di Oceano e di Teti, oppure ancora di Iperione ed Eurifaessa...

I miti, a volte, sono pieni di molte varianti...

Rillo
30-10-06, 16:51
Grazie mille... :ok:
Spero solo non costi troppo...
Appena posso me lo compro.

8,40 euri...:D

Rillo
30-10-06, 16:59
Aspetta Rillo, non fa' confusione, che con i miti ci si imputtana che è 'na meraviglia! ;)

Se non ricordo male Elios, come le sorelle Selene ed Eos, è figlio del titano Iperione e di sua sorella la titanessa Teia, oppure di Iperione e Tia (o Tea), figlia di Oceano e di Teti, oppure ancora di Iperione ed Eurifaessa...

I miti, a volte, sono pieni di molte varianti...

Non capisco dove vedi confusione...;)
A me risulta che Elios avesse come moglie Perseide,figlia di Oceano e Teti...si era anche unito ad altre donne : Leucote,figlia di Orcamo e di Eurinome; la ninfa Rodo che gli diede sette figli chiamati Eliadi e altre sette figlie dalla sorella della moglie Perseide,Climene.

Alla fine mi sembra che le due versioni coincidano abbastanza...

ShemsuHor
30-10-06, 17:48
8,40 euri...:D

Bella storia... :ok:

:hello:

Rillo
30-10-06, 19:40
Bella storia... :ok:

La qualità-prezzo è notevole...:eek:

Andrea_Al
12-11-06, 18:40
A proposito dello Scorpione...
Tempo fa mi ero stampato una carta della costellazione, provando poi a disegnarci sopra l'animale con una matita e cercando di rispettare la "tradizione", cioè qual era il pungiglione, etc... ma anche l'animale vero, fotografato nella stessa posizione.
E ovviamente utilizzando solo le stelle visibili, magari quelle più luminose
E' a questo punto che mi è venuta fuori una cosa curiosa: due stelle piuttosto luminose si dispongono in modo che risulti praticamente naturale considerarle una chela, mentre altre due, in perfetta simmetria e molto simili alle prime, sarebbero l'altra chela.
Ma ahimé non avevo stampato i confini delle costellazioni... una delle due chele era in Ofiuco!!! E guarda caso proprio in quella parte che intercetta l'eclittica................:confused:
Ma non sarà che per non farci rompere le scatole dagli astrologi (oltre a scoprire e poi rieliminare Plutone) abbiamo voluto per forza far passare l'eclittica anche per una tredicesima costellazione???
Qualcuno di voi ha dei disegni delle costellazioni abbastanza vecchi da controllare se prima lo Scorpione si estendeva effettivamente fino alla sua chela o se si tratta solo di una coincidenza?
Ehi, mi raccomando: in ogni caso non fatene parola con quei ciarlatani degli astrologi...:D:D:D

Rillo
12-11-06, 19:35
Sinceramente non ci avevo mai fatto caso,ti posso solamente dire questo: nello zodiavo greco lo Scorpione anticamente si estendeva sino ai piedi della Vergine: poi fu diviso in due,e le stelle delle sue chelefurono destinate alle costellazioni della Bilancia.

Non so però quanto centri con l'Ofiuco...:rolleyes:

ShemsuHor
12-11-06, 20:05
Ci sono alcune cose che non quadrano neanche a me... :mmh:
A quanto ne so, le prime mappe stellari babilonesi ritrovate sono del 1100 a.C. con l'indicazione di tre stelle per ognuno dei 12 mesi o delle 12 costellazioni zodiacali. In particolare erano segnate la levata e il tramonto eliaco di queste stelle, avvenimenti che scandivano i mesi. A questa epoca si dice che fu introdotta la Bilancia, che prima erano le chele dello Scorpione.
In ogni caso sembra che la tradizione delle costellazioni sia più antica e risalga almeno al 3000 a.C. e alcune di esse sono rappresentate su sigilli babilonesi (2500 a.C.) che rappresentavano gli dei.

A mio parere l'osservazione del cielo e delle costellazioni potrebbe risalire alla più lontana preistoria (vedi Lascaux e gli studi della etno-astronoma francese Chantal Jégues-Wolkiewiez). Il problema è capire quando venne diviso il cerchio zodiacali in 12 parti...
E' questo il punto cruciale, a parte il modo in cui venivano raffigurate che varia da cultura a cultura e con le loro relative leggende.

La storia della 13° costellazione mi sembra una stupidaggine senza limiti, buttata lì da gente che vuole per forza avere ragione e screditare le teorie di chi non gli sta simpatico (vedi il caro CICAP che gode a trovare soluzioni banalissime ai misteri che ignorano volutamente altri aspetti più interessanti e meno facili da spiegare...). E' ovvio che se abbiamo un cerchio di 360 gradi, perchè mai dobbiamo dividerlo in 13, quando possiamo fare 12 porzioni di esatti 30 ciascuna. E da ognuna di queste, 3 porzioni di 10 gradi che sono i decani. Poi come unire le stelline dentro i 30 gradi e pure oltre se necessario, ci si può sbizzarrire in modi infiniti e trovare tutti i nomi che si vogliono...
Si cerca di ribaltare il discorso. Non è importante che figure ci sono sull'eclittica. Esse vengono dopo che l'uomo ha osservato il percorso del sole, quello che volevano fare gli antichi era dividere lo zodiaco in 12 parti e in seguito vennero unite le stelle per fare le costellazioni.
Aggiungo che la divisione per 12 ha un preciso significato filosofico, vedere Pitagora e i suoi triangoli se a qualcuno interessa...

Ciao :hello:

Mizarino
12-11-06, 20:17
Aggiungo che la divisione per 12 ha un preciso significato filosofico, vedere Pitagora e i suoi triangoli se a qualcuno interessa...

... e poi il 13 porta sfiga ... http://www.trekportal.it/coelestis/images/icons/icon10.gif

Rillo
12-11-06, 20:28
Aggiungo che la divisione per 12 ha un preciso significato filosofico, vedere Pitagora e i suoi triangoli se a qualcuno interessa...


A me viene in mente
il tetractìs... anche se non c'entra con il 12...:D :D :D
Del resto ho studiato i Pitagorici proprio in questo periodo,l'unità come archè e principio generatore dei numeri...

ShemsuHor
12-11-06, 20:48
A me viene in mente
il tetractìs... anche se non c'entra con il 12..
Del resto ho studiato i Pitagorici proprio in questo periodo,l'unità come archè e principio generatore dei numeri...
Ci sei quasi Rillo... :ok:
E' il triangolo dopo, la Pentactide...

La Tetractide è composta da 10 unità. Più precisamente 9 unità raggruppate intorno all'unità divina e incomprensibile. Lo vediamo nell'ENNEADE (i 9 dei) di Eliopoli, oppure nelle 9 legioni di angeli che circondano il trono di Dio, Colui il cui nome è ignoto nella Cabala Ebraica.

Con la creazione l'unità diventa triplice (tutte le trinità delle varie religioni) e abbiamo la Pentactide, 15 elementi, 3 centrali e 12 intorno ad essi.

Praticamente i segni zodiacali dovrebbero essere i 12 luoghi che circondano il mondo, detti animatori, cioè che donano la vita con caratteristiche specifiche per ognuno di essi.
Allo stesso modo i 12 meridiani dell'agopuntura cinese e le 12 parti del corpo umano associate ai segni nella tradizione medievale.

ciao :hello:

Planezio
12-11-06, 21:21
A proposito di agopuntura, Fuso, un ex insengante dell aterza età che lavora al CICAP, credo di Pavia, me ne ha raccontata una proprio bella.
Sono riusciti a produrre un ago sottilissimo, esattamente tale e quale a quelli dell'agopuntura, che però rientra a pressione come le vecchie antenne dell'autoradio od i cannocchiali. In pratica si sente la puntura, ma l'ago non entra per niente.
Hanno curato un grosso campione di persone senza dir nulla, ed hanno avuto
ESATTAMENTE
la stessa percentuale di risultati positivi che nell'agopuntura vera.....
Da ridere, se non ci fosse da piangere...

ShemsuHor
12-11-06, 21:29
A proposito di agopuntura, Fuso, un ex insengante dell aterza età che lavora al CICAP, credo di Pavia, me ne ha raccontata una proprio bella.
Sono riusciti a produrre un ago sottilissimo, esattamente tale e quale a quelli dell'agopuntura, che però rientra a pressione come le vecchie antenne dell'autoradio od i cannocchiali. In pratica si sente la puntura, ma l'ago non entra per niente.
Hanno curato un grosso campione di persone senza dir nulla, ed hanno avuto
ESATTAMENTE
la stessa percentuale di risultati positivi che nell'agopuntura vera.....
Da ridere, se non ci fosse da piangere...

Non si chiama effetto Placebo???
Io non ne so quasi niente di agopuntura, funziona, non funziona, chi lo sa... Penso che la nostra mente sia alla fine la miglior medicina per ogni cosa. Per esempio le tanto decantate dai media "guarigioni miracolose".
Comunque se l'ha detto il CICAP io ci vado cauto lo stesso, mica sono il padreterno, anzi, sono molto, ma molto di parte...
Mi spiace se qualcuno del CICAP, o qualche suo sotenitore, si prenderà male, ma alla fine questa è la mia idea... :D.
:hello:

Rillo
14-11-06, 13:46
Ci sei quasi Rillo... :ok:
E' il triangolo dopo, la Pentactide...

La Tetractide è composta da 10 unità. Più precisamente 9 unità raggruppate intorno all'unità divina e incomprensibile. Lo vediamo nell'ENNEADE (i 9 dei) di Eliopoli, oppure nelle 9 legioni di angeli che circondano il trono di Dio, Colui il cui nome è ignoto nella Cabala Ebraica.

Con la creazione l'unità diventa triplice (tutte le trinità delle varie religioni) e abbiamo la Pentactide, 15 elementi, 3 centrali e 12 intorno ad essi.

Praticamente i segni zodiacali dovrebbero essere i 12 luoghi che circondano il mondo, detti animatori, cioè che donano la vita con caratteristiche specifiche per ognuno di essi.
Allo stesso modo i 12 meridiani dell'agopuntura cinese e le 12 parti del corpo umano associate ai segni nella tradizione medievale.

ciao :hello:

Sei molto informato ShemsuHor,ma è solo passione o studi proprio queste materie?

ShemsuHor
14-11-06, 16:14
Sei molto informato ShemsuHor,ma è solo passione o studi proprio queste materie?

Ciao Rillo, diciamo che è una passione che sto coltivando da alcuni anni e mano a mano che vado avanti trovo sempre più aspetti interessanti. Purtroppo non ho il tempo per approfondire tutto ma ho avuto la fortuna di documentarmi su libri poco conosciuti ma pieni di spunti degni di nota.
Allo stesso tempo cerco di dare una base alle mie passioni studiando archeologia all'università che, benchè tratti poco questi argomenti, è un punto saldo da cui cominciare ed è utile, penso, anche per il mio futuro, qualsiasi esso sia... (speriamo bene... :) )

:hello:

Planezio
14-11-06, 20:50
Non si chiama effetto Placebo???
Io non ne so quasi niente di agopuntura, funziona, non funziona, chi lo sa... Penso che la nostra mente sia alla fine la miglior medicina per ogni cosa. Per esempio le tanto decantate dai media "guarigioni miracolose".
Comunque se l'ha detto il CICAP io ci vado cauto lo stesso, mica sono il padreterno, anzi, sono molto, ma molto di parte...
Mi spiace se qualcuno del CICAP, o qualche suo sotenitore, si prenderà male, ma alla fine questa è la mia idea... :D.
:hello:
Allora, visto che i miei interventi sono sempre un po' fraintesi, preciso, SCANZO QUIVOCI....
Ho nominato il CICAP solo che per far capire chi fosse questo mio amico, cioè che non fosse un ciarlatano qualsiasi che mette panzane in internet.
Salvo questo, il fatto che mi ha riferito NON LO HA FATTO IL CICAP.
Non ha ne' tecnologia ne' mezzi sufficienti.
E' apparso su una primaria prestigiosa rivista medica, ed è la dimostrazione che l'efficacia dell'agopunturta è esattamente quella del "placebo".
Come dice il sacrosanto proverbio del commercio:
IL SEGRETO, IN COMMERCIO, E' FAR CREDERE CHE SI HA UN SEGRETO......

ShemsuHor
14-11-06, 20:58
Mi scuso per aver capito male, ma le mie idee sul CICAP non cambiano di una virgola... :hello:

Rillo
15-11-06, 16:21
Ciao Rillo, diciamo che è una passione che sto coltivando da alcuni anni e mano a mano che vado avanti trovo sempre più aspetti interessanti. Purtroppo non ho il tempo per approfondire tutto ma ho avuto la fortuna di documentarmi su libri poco conosciuti ma pieni di spunti degni di nota.
Allo stesso tempo cerco di dare una base alle mie passioni studiando archeologia all'università che, benchè tratti poco questi argomenti, è un punto saldo da cui cominciare ed è utile, penso, anche per il mio futuro, qualsiasi esso sia... (speriamo bene... :) )


Grande ShemsuHor, quando si unisce al lavoro la passione ne escono delle belle...;)

Andrea_Al
20-11-06, 10:55
Scusate il ritardo... ho ritrovato il mio vecchio disegno dello scorpione di cui vi dicevo: sì una chela era effettivamente nella bilancia, l'altra, come già detto, si troverebbe simmetricamente nell'ofiuco. :hello:

Rillo
21-02-07, 12:27
Scusate il ritardo... ho ritrovato il mio vecchio disegno dello scorpione di cui vi dicevo: sì una chela era effettivamente nella bilancia, l'altra, come già detto, si troverebbe simmetricamente nell'ofiuco.

Nel tempo hanno fatto un grande casino...le costellazioni sono collage, sono frammenti di altre costellazioni mescolate insieme. Chissà se adesso sarebbe possibile aggiungerne di nuove...o modificarne altre...