PDA

Visualizza la versione completa : 3 novembre a Medicina (BO) - Non Mancate!


Redactor2
31-10-06, 13:38
Cari tutti,

venerdì 3 novembre al Centro Visite dei radiotelescopi di Medicina si
terrà la quinta e ultima serata della manifestazione "Al Centro della
Radioastronomia".

L'incontro sarà dedicato alla memoria di MARCELLO CECCARELLI, padre della
Croce del Nord e appassionato iniziatore della radioastronomia italiana.
Alla serata, presentata da Francesco Ceccarelli (figlio di Marcello) sarà
presente anche GIANGI POLI, storico regista di Quark prima e SuperQuark
poi, regista della prima trasmissione di divulgazione scientifica in
televisione, "Planetario", ideata e condotta da Marcello Ceccarelli nel
1968. Durante la serata saranno mostrati alcuni spezzoni della
trasmissione.

Prego di diffondere il presente invito agli amici e coleghi del Prof.
Ceccarelli, nonché agli amanti di Quark.

La serata avrà inizio alle 19.00 presso il
Centro Visite Marcello Ceccarelli,
via della Fiorentina 3403
40059 Villafontana (BO).

In calce e in allegato trovate i dettagli della serata.








INAF – Istituto Nazionale di Astrofisica IRA – Istituto di Radioastronomia

Il padre della Radioastronomia italiana (e anche il mio...)

Serata conclusiva della manifestazione “Al Centro della Radioastronomia”, presso il Centro Visite “Marcello Ceccarelli” dei radiotelescopi di Medicina, vicino Bologna. Venerdì 3 novembre, Francesco Ceccarelli guiderà il pubblico in un viaggio attraverso la vita di suo padre Marcello, considerato anche il padre della Radioastronomia italiana. Presente alla serata, per rendere omaggio alla memoria di Marcello Ceccarelli sarà anche Giangi Poli, storico regista di Quark e Superquark, che ha curato la regia della prima trasmissione di divulgazione scientifica in televisione, “Planetario”, ideata e condotta proprio da Ceccarelli.

Ultimo venerdì sera dedicato alla Radioastronomia. La storia di questa giovane scienza, la possibilità di costruire un radiotelescopio nel giardino di casa, lo studio degli asteroidi vicini alla Terra, ma anche l’osservazione di piccolissimi moti dei continenti: questi sono stati i temi della manifestazione partita il 6 ottobre presso la stazione radioastronomica di Medicina.

Un potente strumento per la ricezione delle onde radio (il primo in Italia) è la Croce del Nord della stazione radioastronomia di Medicina, progettata e costruita nel 1964 da un gruppo di ricercatori capeggiati da Marcello Ceccarelli, brillante astronomo, considerato il padre della radioastronomia italiana. Ma il Prof. Ceccarelli era un fervente ricercatore in tutte le cose della vita e ha lasciato altre tracce del suo percorso. A lui è intitolato il Centro Visite presso cui si svolgono gli incontri “Al Centro della Radioastronomia” e a lui sarà dedicata l’ultima serata della manifestazione.

L’intervento di venerdì 3 novembre è intitolato “Il padre della Radioastronomia italiana (e anche il mio...)”. La serata si propone di presentare alcuni tratti della vita di Marcello Ceccarelli, un uomo che ha prestato il suo ingegno a tutte le sue esperienze e a molte delle sue passioni. Con una guida speciale: suo figlio Francesco.
A rendere omaggio a Marcello Ceccarelli sarà anche Gianluigi Poli (meglio noto come Giangi), redattore scientifico di numerose trasmissioni televisive (regista di Quark prima e SuperQuark poi), autore di testi e articoli divulgazione scientifica. Durante la serata saranno mostrati alcuni spezzoni di “Planetario”, prima trasmissione di divulgazione della scienza, andata in onda nell’estate del 1968, ideata, condotta e realizzata da Marcello Ceccarelli e Giangi Poli.
Nel corso della serata, il sindaco di Medicina conferirà a Giangi Poli e alla memoria di Marcello Ceccarelli (per tramite di suo figlio Francesco) il premio “Medicina città della Scienza 2006”.

Il radiotelescopio Croce del Nord, situato a Medicina, sin dal 1964 scruta il cielo e raccoglie segnali radio provenienti dagli albori dell’Universo. Dal 1982, un altro radiotelescopio, una parabola da 32 metri, affianca la Croce del Nord.
Da un anno i visitatori delle antenne di Medicina sono accolti al Centro Visite “Marcello Ceccarelli”, una struttura dedicata al pubblico di tutte le età, con spazi multimediali, esperienze interattive e strumenti storici provenienti dai laboratori della stazione radioastronomica.
I radiotelescopi e il Centro Visite sono gestiti dall’Istituto di Radioastronomia di Bologna, che fa parte dell’Istituto Nazionale di Astrofisica.

L’incontro ha inizio alle ore 19.
Per chi fosse interessato, c’è la possibilità di cenare presso l’agriturismo in loco (051/6965239).


Per informazioni:
web: http://www.centrovisite.ira.inaf.it/iniziative.html
tel: 333-1999845