Visualizza un messaggio singolo
Vecchio 26-07-08, 08:32   #3
rigel80
Utente Junior
 
Data di registrazione: Apr 2004
Messaggi: 417
Predefinito Re: domanda sulla propagazione degli errori in una funzione periodica

ok ti sei addrentrato nel problema e sei arrivato alla stessa mia soluzione, però la questione è un'pò più complessa di così:

il fatto è questo:

se io misuro la distanza tra due massimi della funzione coseno nel secondo grafico posso definirla come la differenza 1/x1 - 1/x2

l'incertezza su questo intervallo potrei definirla come (1/x1^2)*dx + (1/x2^2)dx

fin qui ci sono arivato anche io

il guaio si pone adesso:

perchè essendo la funzione coseno del secondo grafico periodica posso prendere una qualsiasi coppia di punti la cui distanza sia pari al periodo e avrò sempre una distanza tra i due punti pari al periodo della funzione coseno

però il valore di incertezza calcolato con la formula scritta sopra cambia e di molto a seconda se prendo due punti nella parte iniziale del secondo grafico (magari relativi alla prima oscillazione) oppure due punti relativi a una parte avanzata del grafico (relativi alla n-esima oscillazione)

la mia domanda è se esiste un modo per calcolare l'incertezza reale indipendentemente da dove prendo i punti, sospetto che non esista

Ultima modifica di rigel80 : 26-07-08 08:34.
rigel80 non in linea   Rispondi citando