Visualizza un messaggio singolo
Vecchio 26-07-08, 10:07   #4
rigel80
Utente Junior
 
Data di registrazione: Apr 2004
Messaggi: 417
Predefinito Re: domanda sulla propagazione degli errori in una funzione periodica

un altro modo per vedere la cosa è:

se invece di misurare il periodo dal secondo grafico il faccio la trasformata di fourier di quei punti otterro un grafico che presenta in ascissa la frequenza (v)della funzione coseno

quindi dovrei avere una delta di Dirac, ma questo solo se nel secondo grafico avessi una funzione coseno perfetta, nella realtà, per via delle indeterminazioni dx del primo grafico, nel secondo grafico avrò una funzione che approssima quella del coseno ma sarà in realtà una funzione somma di più armoniche di frequenze molto simili ma non tra loro identiche

di conseguenza nel terzo grafico (quello della trasformata) non avrò una delta di Dirac perfetta bensì una funzione molti piccata e stretta ma comunque di una larghezza dv
la domanda quindi potrebbe essere: qual'è la relazione che lega dv del terzo grafico con dx del primo grafico
rigel80 non in linea   Rispondi citando