Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Strumentazione > Il Primo Telescopio
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 23-09-10, 11:50   #1
Luca Sgambi
Utente Junior
 
Data di registrazione: Sep 2010
Messaggi: 23
Predefinito Dobson di grande media/grande apertura

Salve a tutti. Questo è il mio primo messaggio in questo forum

Benchè appassionato da sempre di Stelle ed Universo, ho passato i primi 35 anni di vita a limitarmi a leggiucchiare libri e riviste. Ora, complice la moglie, ad agosto ho comprato il mio primo telescopio. Devo dire... un giocattolino un rifrattorino 70/900 della SkyWatcher, quello meno costoso di tutta la serie (sui 150 euro oculari compresi). Il motivo della scelta era più che altro vedere se esplodeva la passione... e in effetti è esplosa.

Il telescopio è di qualità bassotta, gli oculari presumo siano di qualità pessima (saranno oggetto di un altro topic) ma vedere giove e i quattro satelliti galileiani è stato comunque emozionante... anche se il gigante gassoso era ridotto ad un dischettino verdognolo con una banda equatoriale un po più scura.

Ho imparato però a conoscere un po di costellazioni e un po di mitologia ad esse legate. Ho visto Venere, ho visto pure Urano... aiutandomi con simulatori al PC per individuarne la posizione. L'ho visto come un puntino, ma era lui (la luce era fissa non brillantina). Ho visto anche Andromeda come una macchia grigia su sfondo nero (tristezza).

Altri oggetti del profondo cielo manco a pensarli (per ora).

Però mi è venuta fame e voglio passare ad un Dobson di buona apertura. Ho un discreto budget (tra i 1000 e i 2000 euro) da investire in questa passione e a giorni penso di iscrivere me e mia moglie ad un circolo di astrofili nella vicina Lecco.

Ma ho ancora tante domande... per cui inizio dalla prima.

Macchina permettendo, non prendetemi per pazzo, abbiamo una macchinina... una fiat 600 mi piacerebbe orientarmi verso un LightBridge da 12" o 16".

Se il 16" entra smontato, a costo di mettere il primario sul sedile davanti e la moglie sul sedile dietro... penso mi orienterò sul 16" ma devo fare ancora delle adeguate misurazioni.

La prima domanda è la seguente. Osserverò per la maggior parte dal mio terrazzino con un medio inquinamento luminoso. La moglie è disponibile al campeggio e alle nottate osservative, per cui qualche volta presumo si uscirà con altri astrofili del circolo. Inoltre per la prossima estate si parla di una baita a 2000 metri.... isolata.... e buia.

Quanto conta l'inquinamento luminoso su un dobson di grande diametro?

Ho letto in vari forum opinioni discordanti.

1) Più il diametro è grosso meglio è e più vedi.
2) Più il diametro è grosso e più è sensibile alla luce e alle turbolenze atmosferiche e meno vedi.

Ok, ma con un dobson di diametro 400 mm in ambiente con inquinamento luminoso, si vede peggio che con un dobson da 200 mm nello stesso ambiente ?

Io vorrei utilizzare il 16" dal mio terrazzino per "vedere" e usarlo in montagna per "godere". Chiaramente dal terrazzino si vedrà male... ma si vedrà qualosa? Qualcosa di meglio che con un rifrattorino 70/900 spero...

grazie a tutti
__________________
Noi non guardiamo più il cielo [G. Cossard - Cieli Perduti]

Telescopio: SkyWatcher 70/900 su Eq1
Oculari: Super 25 mm - Super 10 mm
Luca Sgambi non in linea   Rispondi citando
Vecchio 23-09-10, 12:01   #2
Granz
Utente Esperto
 
L'avatar di Granz
 
Data di registrazione: Oct 2007
Ubicazione: Asti - Piemonte
Messaggi: 2,298
Predefinito Re: Dobson di grande media/grande apertura

Ciao Luca e benvenuto in questo covo di dobsonari!

Veniamo subito alle domande: l'inquinamento luminoso influisce sul 40cm tanto quanto sul 20cm, la dicerie che un diametro maggiore "raccoglie" più I.L. è una balla colossale.
Semmai è vero che un diametro maggiore permette di ottenere maggior contrasto degli oggetti deboli sul fondo cielo, grazie agli ingrandimenti maggiori che sostiene e alla possibilità di montare filtri molto stretti (OIII o Uhc tipo Baader). E questo succede invariabilmente sia sotto un cielo inquinato che sotto un cielo buio...

Alla fin fine la verità è che sotto un cielo inquinato non si vede una mazza con nessun strumento, e soprattutto una volta abituati a cieli bui non se ne può più fare a meno!

Un appunto devo farlo sul terrazzino: non è proprio il luogo più indicato, soprattutto per le osservazioni dei pianeti; il terrazzo imprigiona calore durante il giorno, e lo rilascia di notte, l'aria riscaldata salendo entra nel tubo ottico e impasta le immagini!
Se puoi, sarebbe meglio climatizzare il terrazzino (una lavata di acqua prima di osservare) o meglio ancora osservare su un prato!

Per quanto riguarda lo strumento, in molti sul forum lo possiedono e sono certo troverai tutte le info per sapere se sta sulla 600!

Cieli sereni!!
__________________
Mattia Gruppo Astrofili Astigiani Beta Andromedae:
http://astrofiliasti.altervista.org/

Dobson 600 f3.6 Autocostruito
Riflettore 200 f5 autocostruito su eq5

Rifrattore Acuter 90ED f10
Granz non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 23-09-10, 12:11   #3
Luca Sgambi
Utente Junior
 
Data di registrazione: Sep 2010
Messaggi: 23
Predefinito Re: Dobson di grande media/grande apertura

Ti ringrazio Granz,

Si, i problemi del terrazzino li ho letti e ci credo, ma questo è quello che ho

A dire il vero abito in mansarda, per cui il terrazzino in questione è a livello del tetto del condominio potrei anche osservare direttamente da dentro casa aprendo i lucernai, solo che avrei una parte di cielo molto stretta da guardare... anche se orientata a sud.

Non ho dubbi che una volta provato, il cielo buio non lo molli più

Grazie per il chiarimento sull'inquinamento luminoso, mi hai risposto un po quello che pensavo pure io.

__________________
Noi non guardiamo più il cielo [G. Cossard - Cieli Perduti]

Telescopio: SkyWatcher 70/900 su Eq1
Oculari: Super 25 mm - Super 10 mm
Luca Sgambi non in linea   Rispondi citando
Vecchio 23-09-10, 12:18   #4
Radames
Utente Esperto
 
Data di registrazione: Sep 2007
Messaggi: 1,541
Predefinito Re: Dobson di grande media/grande apertura

Quote:
Luca Sgambi Visualizza il messaggio
Quanto conta l'inquinamento luminoso su un dobson di grande diametro?
Quoto Granz in tutto e per tutto. Per quanto riguarda l'inquinamento luminoso sapresti essere più preciso? Senza luna riesci ad esempio ad individuare la via lattea? Perchè se l'inquinamento è mostruosamente alto non ci fai un granchè nemmeno con un 40 cm. se invece hai un cielo discreto ti puoi divertire con parecchi oggetti.
Radames non in linea   Rispondi citando
Vecchio 23-09-10, 12:29   #5
Luca Sgambi
Utente Junior
 
Data di registrazione: Sep 2010
Messaggi: 23
Predefinito Re: Dobson di grande media/grande apertura



la via lattea.... diciamo che so dove passa.... Senza luna riesco ad individuare le costellazioni del cigno, aquila, cassiopea, andromeda, l'orsa maggiore, un pezzo di orsa minore, bifolco, e qualche altra... questo intorno a mezza notte.

Puntando su Mizar riesco a dividerla (col 70/900) nelle due stelle.

Se punto sotto Cassiopea vedo molte stelle che ad occhio nudo non vedo, presumo sia la via lattea, o un ammasso aperto.

Però... che più il sito sia inquinato da luci e meno si vede ok. Ma la questione era se, dato un inquinamento luminoso, un 400 era peggio, uguale o meglio di un 200.

Perchè se un 400 è meglio o al limite uguale di un 200 anche in ambiente inquinato, allora mi prendo un 400 sfruttabile al massimo in alta montagna. Ma se un 200 dal terrazzino è meglio di un 400 allora devo rivalutare le mie scelte...

Grazie
__________________
Noi non guardiamo più il cielo [G. Cossard - Cieli Perduti]

Telescopio: SkyWatcher 70/900 su Eq1
Oculari: Super 25 mm - Super 10 mm

Ultima modifica di observator : 23-09-10 12:52. Motivo: quoting inutile (di messaggi consecutivi)
Luca Sgambi non in linea   Rispondi citando
Vecchio 23-09-10, 12:32   #6
DMN
Utente Junior
 
Data di registrazione: Aug 2010
Ubicazione: Roma
Messaggi: 123
Predefinito Re: Dobson di grande media/grande apertura

A mio avviso fai bene a prendere uno strumento grande da usare sotto cieli adeguati, ma al contrario trovo difficile l'uso dello stesso strumento da un terrazzino, sia per logistica sia per disparità tra dimensione e qualità dello strumento rispetto alla qualità del cielo urbano.
Tenendo poi conto delle dimensioni e peso (alt. quasi 2 metri, peso sopra i 50kg) personalmente troverei scomodo usare uno strumento così per osservazioni da casa, anche per le motivazioni espresse da Granz, sia anche per i tempi di acclimatamento.
Spesso in molti fanno il contrario, prendono un grande strumento per le uscite sotto cieli bui, ed uno strumento più piccolo per le osservazioni mordi e fuggi da casa. Quindi da un terrazzino ci vedrei bene proprio il tuo rifrattore.
Certo, se poi il tuo terrazzino ha spazi molto ampi, una visuale a 360° sotto un cielo buio, allora il discorso cambia e vale la pena tirare fuori tutte le sere che lo permettono uno strumento così grande.
Io ad esempio, pur apprezzando le capacità in visuale del mio "piccolo" Dobson da 8" per le osservazioni da casa di pianeti e luna, sto valutando lo stesso di prendere uno strumento più piccolo e più specializzato, magari per fare delle belle riprese con una webcam, in modo da sfruttare al meglio la logistica casalinga, anche in vista dell'inverno, facendo brevi riprese all'aperto e lunghe elaborazioni al chiuso ....
__________________
C9,25 su CG5 -GT
DBK21AU04.AS

Dobson GSO 8" + Telrad + Cercatore 8x50 90°
Baader Hyperion Zoom 8-24 mm
TS Planetary HR 6 mm
Barlow TS 2x
DMN non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 23-09-10, 12:38   #7
Luca Sgambi
Utente Junior
 
Data di registrazione: Sep 2010
Messaggi: 23
Predefinito Re: Dobson di grande media/grande apertura

Grazie DMN,

certo, non sarebbe male usare il 70/900 da terrazzino anche se la montatura equatoriale la vedo come una palla al piede...

A conti fatti, un 70/900 su equatoriale non ingombra poi tanto meno di un Dobson 16", almeno in area di occupazione. L'equatoriale aperta ha una base sui 70 - 80 cm, meno della base del Dobson che dovrebbe essere sui 60 cm.

Tenendo conto che non osserverei a livello di orizzonte, non credo che il Dobson occupi molto... poi dovrò provare. Se cambiando gli oculari il 70/900 permette una visione migliore di ora, ben venga...

Quote:
DMN Visualizza il messaggio
Tenendo poi conto delle dimensioni e peso (alt. quasi 2 metri, peso sopra i 50kg) personalmente troverei scomodo usare uno strumento così per osservazioni da casa,
Il peso al massimo sarà un problema per il trasporto... perchè per l'osservazione da casa? Se si monta sul terrazzino (è un Dobson a tralicci) che problema c'è? Dai video su youtube mi sembra che questo bestione, una volta montato, si riesce a muovere con un dito... Altezza di 2 metri mi sembra perfetta, sono alto 1.70, se è un po inclinato si riesce ad osservare in piedi... a dire il vero è scomodo ora il rifrattore 70/900 che su equatoriale mi tocca fare le contorsione per osservare se poi voglio guardare allo zenit...
__________________
Noi non guardiamo più il cielo [G. Cossard - Cieli Perduti]

Telescopio: SkyWatcher 70/900 su Eq1
Oculari: Super 25 mm - Super 10 mm

Ultima modifica di Luca Sgambi : 23-09-10 12:45.
Luca Sgambi non in linea   Rispondi citando
Vecchio 23-09-10, 12:44   #8
morfeo
Utente
 
L'avatar di morfeo
 
Data di registrazione: Dec 2002
Ubicazione: colline livornesi
Messaggi: 690
Predefinito Re: Dobson di grande media/grande apertura

Ciao Luca, benvenuto
Io sono un possessore di un Lightbridge da 16" e ti posso dire la mia:
Ok, il peso è sostanzioso ( 60kg) e spostarlo ( a pezzi ) è abbastanza tosto; ricordati che un dobson ha il fulcro di rotazione in declinazione molto basso,se il terrazzino ha i muri alti non riesci a puntare che allo Zenith e poco più; in compenso ora che uso questo 16" ti posso dire che non ho mai visto così bene sia la Luna che i pianeti che il deep sky.L'apertura comanda sempre.A proposito,il cielo scuro anche comanda....
Ciao
Claudio
__________________
Osservo con: Dobson Lightbridge 16" ottica rifigurata, SW ED80 e Taka FS102 , EQ5 synscan ,ES 4,7mm,8,8mm,11mm,UWA Meade serie 4000 6,7mm,SWA meade 28mm,16mm ,Canon D300, Webcam oculari vari etc...
morfeo non in linea   Rispondi citando
Vecchio 23-09-10, 12:48   #9
Marcopie
Utente Esperto
 
L'avatar di Marcopie
 
Data di registrazione: Jul 2010
Ubicazione: Roma
Messaggi: 2,951
Predefinito Re: Dobson di grande media/grande apertura

Quote:
Luca Sgambi Visualizza il messaggio
Macchina permettendo, non prendetemi per pazzo, abbiamo una macchinina... una fiat 600 mi piacerebbe orientarmi verso un LightBridge da 12" o 16".
Nella '600, con moglie e LB 12" siamo stati quest'estate in vacanza in Corsica, se vuoi posso spiegarti come ottimizzare il caricamento...
il 16" temo non ci stia dentro, ma non te lo consiglio comunque, troppo grosso e pesante. Fatti le ossa con un 30cm prima di pensare a cose più "hard", 12" è già un signor diametro. Piuttosto pensa a spendere i soldi in più in oculari ed accessori di qualità (OIII rules!), che poi ti porterai appresso negli anni.
Vai tranquillo che ti divertirai parecchio.
__________________
Il mio libro: "Il cielo ritrovato" -> http://www.trekportal.it/coelestis/s...ad.php?t=59896
----------------------------------------------
L'astronomia visuale raccontata in un blog -> Diario di un ritorno alle stelle
Marcopie non in linea   Rispondi citando
Vecchio 23-09-10, 12:51   #10
Luca Sgambi
Utente Junior
 
Data di registrazione: Sep 2010
Messaggi: 23
Predefinito Re: Dobson di grande media/grande apertura

Quote:
morfeo Visualizza il messaggio
Io sono un possessore di un Lightbridge da 16" e ti posso dire la mia:
Grazie Morfeo

vero, il fulcro di rotazione... l'avevo già valutato, i muri sono alti meno di 1 metro e distano 2 metri da dove metterei il Dobson. Penso mi rimanga una buona finestra di cielo. Osservare col Dobson inclinato non mi va, prenderei troppa atmosfera... meglio aspettare il transito delle stelle in posizioni più agevoli.

Dato che un LB 16" mi sarebbe utilissimo conoscere con precisione le dimensioni Diametro esterno del tubo, altezza primario e seccondario, altezza, larghezza e base della montatura, per vedere come farlo entrare in macchina (e soprattutto se entra)
__________________
Noi non guardiamo più il cielo [G. Cossard - Cieli Perduti]

Telescopio: SkyWatcher 70/900 su Eq1
Oculari: Super 25 mm - Super 10 mm
Luca Sgambi non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 10:17.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it