Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Scienze Astronomiche > Astronautica
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 26-09-05, 20:14   #1
fabio09
 
Messaggi: n/a
Predefinito Nuove tipologie di propulsione

Sapete se ci sono in cantiere progetti di nuovi tipi di motori spaziali?
  Rispondi citando
Vecchio 27-09-05, 16:21   #2
Darksky3
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: Nuove tipologie di propulsione

Ciao Fabio,
in cantiere non ce ne sono(nel senso che non ne stanno costruendo, che io sappia) ma ci sono dei sistemi che utilizzano motori a propulsione nucleare, di cui esistono i progetti nerva e orion , vecchi di un po' ma ci stanno lavorando.

Ci sono anche i sistemi a energia trasmessa, che funzionano con un raggio laser che spinge in aria il corpo.

Andando nel fantascientifico ci sono i motori ad antimateria, (la nasa muore dalla voglia di costruirne uno); i sistemi che utilizzano i buchi spazio - temporali per passare da una parte all'altra del cosmo; ma questo solo a livello teorico.
Sono stato un po' generale ma trattarli tutti sarebbe lungo; conviene spiegare solo quelli a cui sei interessato.
  Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 27-09-05, 19:49   #3
fabio09
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: Nuove tipologie di propulsione

beh magari ci fosse un motore ad impulso ionico.....
  Rispondi citando
Vecchio 28-09-05, 21:53   #4
ska
Utente Junior
 
Data di registrazione: Aug 2005
Messaggi: 86
Predefinito Re: Nuove tipologie di propulsione

Ultimamente è stato provato il "motore" a Vela solare putroppo l'esperimento è fallito per un difetto alla missione e non si è avuto modo di pserimentare la propulsione.
ska non in linea   Rispondi citando
Vecchio 30-09-05, 18:18   #5
criscaso
Utente Junior
 
Data di registrazione: Jul 2005
Messaggi: 22
Predefinito Re: Nuove tipologie di propulsione

Quote:
fabio09
Sapete se ci sono in cantiere progetti di nuovi tipi di motori spaziali?

Beh, la frontiera dei motori convenzionali è quella dei "plugged motors" ("spike motors&quot, vale a dire dei motori a getto che invece della campana dell'ugello (camera di espansione) posseggono un cuneo rovesciato a cui i gas in uscita dalla camera di combustione aderiscono spontaneamente. Questi motori sono allo studio già da moltissimi anni e pare che abbiano un'efficienza propulsiva molto maggiore dei motori convenzionali. La principale differenza che possiedono gli spike motors è che hanno un rendimento ottimale a qualunque altitudine, vale a dire che lo stesso motore può essere adatto a fornire spinta utile in regime di ottimo rendimento sia a livello del mare che nello spazio ove esiste il vuoto assoluto. In particolare, gli spike motors avrebbero dovuto essere utilizzati sulle navette della... prossima generazione (sempre siano lodate), ricordate per esempio l'X33. E anche il famoso McDonnell-Douglas Delta Clipper DC-X, prototipo funzionante di un veicolo spaziale a singolo stadio avrebbe dovuto portare alla costruzione di un rivoluzionario veicolo di serie con motori di questo tipo. Il Delta Clipper fece una serie di voli suborbitali davvero fantastici tra il 1993 e il 1995, pilotato via computer dal grande Pete Conrad, comandante dell'Apollo 12. Il Delta Clipper era però dotato di comuni motori a idrogeno e ossigeno. Era un veicolo che mi fece impazzire.

Troppo lungo da spiegare qui, comunque lo spike motor era il motore che dava veramente buone possibilità di sviluppo, se non fosse che lo sviluppo costa miliardi di dollari e in questo periodo storico... non se ne trovano molti molto facilmente.

Inoltre, i motori ionici sono già impiegati sulle sonde. Certo, non vanno bene per le astronavi, ma solo per piccoli oggetti automatici che hanno tutto il tempo (mesi o anni) per raggiungere il loro obiettivo.

Infine, le vele solari sono bellissime, ma... per recapitare senza spese una cartolina su stelle lontane milioni di anni in... pochi milioni di anni.

Invece, il prossimo veicolo di lancio USA, quello che servirà come cavallo di battaglia per il ritorno sulla luna e per il grande viaggio su marte sarà un missile del tutto convenzionale, basato su un booster della odierna navetta e su un secondo stadio a criogenici derivato dal Centaur. Un modulo di servizio come quello dell'Apollo e una capsula come quella dell'Apollo serviranno per far ritornare intrepidi astronauti sulla luna forse dal 2018. Ma niente paura, sarà tutto SICURISSIMO, molto più che sulle navette, perchè in cima al veicolo ci sarà... la torretta di salvataggio come quella dell'Apollo.

Ciao

Cristiano
Http://www.criscaso.com

criscaso non in linea   Rispondi citando
Vecchio 10-10-05, 20:39   #6
LongJohnVargas
Utente Junior
 
Data di registrazione: Oct 2005
Messaggi: 161
Predefinito Re: Nuove tipologie di propulsione

Non dimentichiamo il motoro ad Americio di Carlo Rubbia. E il progetto GIMO, che la nasa ha da poco declassato.
LongJohnVargas non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 13-10-05, 22:57   #7
adastra
Utente Junior
 
Data di registrazione: Oct 2005
Messaggi: 3
Predefinito Re: Nuove tipologie di propulsione

LA PROPULSIONE SPAZIALE AVANZATISSIMA GIà ESISTE ED ANCHE DA PARECCHI ANNI GLI AMERICANI PREFERISCONO FAR CREDERE CHE ESISTANO GLI UFO PURCHè RIVELARE AL MONDO CHE SI PUò VIAGGIARE SFRUTTANDO L'ENERGIA DEI CAMPI MAGNETICI NATURALI.QUESTO PERCHè IN PRATICA I CAMPI MAGNETICI NATURALI PERMETTEREBBERO DI VIAGGIARE CON ENERGIA A COSTO ZERO AD ALTISSIMI RENDIMENTI E CIò è CONTROPRODUCENTE PER GLI AMERICANI CHE CONTROLLANO LE RISERVE PETROLIFERE MONDIALI DA CUI TUTTA L'UMANITà DIPENDE.
AVERE ENERGIA A COSTO ZERO SIGNIFICHEREBBE LA FINE DEL PREDOMINIO U.S.A. NONCHè DEL POTERE DI ALTRI STATI DIRETTAMENTE CONNESSI NELLA POLITICA PETROLIFERA PLANETARIA.

....E GLI AMERICANI MICA SON STUPIDI...

...CONSIDERATA ANCHE TUTTO IL BEN DI DIO DI CONSCENZA TECNOLOGICA CHE SI SONO BECCATI DAI TEDESCHI AI TEMPI DI HITLER FIGURATEVI SE LE CONOSCENZE PIù PREZIOSE ED AVANZATE LE METTANO A DISPOSIZIONE DI TUTTI...NON ALMENO IN TEMPI BREVI.
adastra non in linea   Rispondi citando
Vecchio 14-10-05, 19:13   #8
Darksky3
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: Nuove tipologie di propulsione

A questo punto andiamo un po' off-topic. Che gli USA vogliono fare ciò che ha fatto Roma a suo tempo è ormai ovvio.
A quanto ho capito adastra parli dell' area 51 giusto?
In quel luogo non so cosa ci sia e non so cosa pensare a riguardo.
Dico solo che ho un breve saggio su questa propulsione che ho iniziato a leggere. (l'avevo nei meandri del computer)
Credo che chiederò spiegazioni al mio proff. di fisica.
  Rispondi citando
Vecchio 20-10-05, 12:58   #9
Dolphinet
Utente Junior
 
Data di registrazione: Oct 2005
Messaggi: 40
Predefinito Re: Nuove tipologie di propulsione

Ciao Fabio!
Guarda, di tipologie di propulsione ce ne sono parecchie, olte ai tradizionali propulsori chimici. Io lì sto studiando in questo periodo all'uni.. si va dai motori a ioni, alle vele solari, ai laser, ai motori ad antimateria, agli ibridi, a quelli a fusione, a propulsione elettromagnetica. Insomma, idee non ne mancano affatto..!
Ciao ciao
Dolphinet non in linea   Rispondi citando
Vecchio 20-10-05, 16:26   #10
Claudio_P.
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: Nuove tipologie di propulsione

Quote:
Darksky3
A questo punto andiamo un po' off-topic. Che gli USA vogliono fare ciò che ha fatto Roma a suo tempo è ormai ovvio.
A quanto ho capito adastra parli dell' area 51 giusto?
In quel luogo non so cosa ci sia e non so cosa pensare a riguardo.
Dico solo che ho un breve saggio su questa propulsione che ho iniziato a leggere. (l'avevo nei meandri del computer)
Credo che chiederò spiegazioni al mio proff. di fisica.

Area 51 non è altro che la base USAF di Groom Lake, nata durante la guerra fredda per sperimentare nuove tecnologie aeronautiche.

Soprattutto, a Groom Lake è nato l'SR-71, l'aeromobile "convenzionale" (nel senso che non è/era spinto da endoreattori ma da motori a getto più o meno convenzionali - se ne sa ancora poco del reale funzionamento) più veloce mai costruito (oltre Mach 3.3).

Per quanto sia stato ufficialmente radiato dal servizio attivo, è un progetto tuttora in parte secretato, ed è ovvio che l'USAF abbia alzato cortine strettissime intorno alla base.

Ed è altrettanto ovvio che le voci di "esperimenti alieni" e tutta la disinformazione al riguardo possa essere addirittura sfruttata dall'USAF per mantenere il segreto sulle reali e terrestrissime attività in corso a Groom Lake.

Inutile tirare in ballo omini verdi, solo paranoie terrestri legate a segreti militari ben custoditi
  Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 10:04.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it